Come distinguere la verità dalla menzogna?

49160

di Mudir

Siamo andati con piacere ad assistere al film Troy perché avrebbe rievocato gli studi liceali.

Mi aspettavo evidentemente una serie di licenze “artistiche” per una miglior fruibilità del film e ciò era scontato; ma, alla fine, ci siamo chiesti:

ma nell’Iliade, Achille veniva ucciso da Paride oppure no?”

Per poter ricordarci della verità siamo andati a riguardare il XXIV ed ultimo canto dell’Iliade in cui Achille risulta ancora vivo.

Questo seppur debole sentore di “truffa”, l’ho riprovato più volte in moltissime pellicole storiche o che si rifacevano a racconti classici.

La soluzione era abbastanza semplice anche se faticosa: andarsi a ritrovare il libro e rileggersi la storia così come avrebbe dovuto essere.

In pratica per poter distinguere la verità dalla “menzogna” è obbligatorio ricorrere alla Cultura.

Recuperare il libro di Omero oppure in qualche caso proprio un semplice libro di storia e riappropriarsi della verità, è l’unico mezzo per capire se la storia propinataci è una notizia vera o falsa; insomma se la morte di Achille è una fake news oppure no.

Nessuno ci vieta poi di accettare in maniera flessibile la soluzione del regista come rivisitazione artistica.

Vero è che quando si trova in internet una applicazione che calcola il rischio di vulnerabilità al COVID 19, nella quale dopo aver fornito informazioni riguardanti gruppo di:

  • età,
  • genere,
  • obesità,
  • etnicità,
  • privazioni,
  • pressione sanguigna,
  • asma,
  • precedenti infermità al fegato o alle reni, diabete, ecc.

si ottiene immediatamente la propria percentuale di rischio (nel mio caso ho ottenuto un buon 10%), il tutto appare così scientifico che magari crediamo genuinamente a quell’applicazione.

Come si fa a sapere se è una cosa seria oppure no?

Non se ne esce.

Di fronte all’immensità di ciò che circola in internet, l’unica vera chance è ricorrere al sapere, alla cultura, alle buone vecchie e tanto bistrattate nozioni derivanti dal pedissequo quotidiano impegno, alle ore di sacrificio a leggere e studiare.

Tutto inizia dalla scuola

E’ la scuola l’unica maniera di formare una solida base di discernimento, la necessaria e costruttiva forma di critica, l’unica diga di fronte alle false informazioni.

p.s. nel caso specifico l’applicazione è fasulla.

Mudir

Tempo di lettura: 1’00”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.