La torsione testicolare: sintomi, cause e cure.

0
55131

La torsione testicolare è la rotazione attorno al proprio asse di uno dei testicoli presenti nello scroto.

È  una vera e propria urgenza medica, tale da richiedere un intervento chirurgico tempestivo per evitare danni irreversibili, come l’atrofia testicolare.

Nella maggioranza dei casi, la torsione testicolare insorge durante l’età dello sviluppo, in particolare nella fascia di età compresa tra i 12 e 18 anni. Colpisce neonati, bambini e adolescenti, raramente gli adulti.

Il testicolo è collegato all’inguine tramite il funicolo spermatico, un cordone al cui interno passano terminazioni nervose e vasi sanguigni. Nei casi di torsione testicolare, il testicolo gira su se stesso come conseguenza della rotazione del funicolo spermatico.

Torsione testicolare – I sintomi

I sintomi lasciano spazio a pochi dubbi riguardo la diagnosi. L’esordio è improvviso e molto doloroso: si manifesta con un dolore brutale a uno dei testicoli. La rotazione del funicolo determina un blocco del sangue venoso che provoca tumefazione e gonfiore scrotale nel lato coinvolto, il tutto accompagnato da dolori addominali, nausea e vomito.

Successivamente si avrà una progressiva riduzione dell’afflusso di sangue arterioso per via della strozzatura dei vasi che percorrono il funicolo spermatico. La riduzione dell’afflusso di sangue e ossigeno può provocare l’atrofia testicolare, una condizione in cui il testicolo perde la sua funzionalità.

Torsione testicolare – Le cause

Le cause che provocano la torsione testicolare sono di origine genetica e riguardano difetti dell’anatomia dell’apparato uro-genitale. Un testicolo ha maggiori probabilità di ruotare su se stesso quando non è ancorato in maniera adeguata alla borsa scrotale. Un’altra eventualità che può determinare la torsione riguarda una lunghezza maggiore del normale del funicolo.

Fattori scatenanti possono essere un’attività fisica molto intensa, gli sforzi, i traumi, l’attività sessuale e l’aumento di volume testicolare.

Torsione testicolare – Le cure

Un testicolo andato incontro a torsione va rapidamente peggiorando le sue condizioni. Il danno tissutale avviene entro 2 ore dalla comparsa dei sintomi e dopo 6 ore, nella maggior parte dei casi, il testicolo non è più vitale.

È dunque una lotta contro il tempo: prima si interviene maggiori sono le probabilità di evitare l’atrofia testicolare. Per questo motivo è importante non temporeggiare e non lasciar trascorrere più di 24 ore, oltre questo lasso di tempo le probabilità di salvare il testicolo sono praticamente inesistenti.

Nella maggioranza dei casi l’intervento è chirurgico e si procede all’incisione della sacca scrotale, detorsione del testicolo, riposizionamento e ancoraggio in posizione normale. Solo in determinati casi la torsione è trattata con detorsione manuale, manovra non invasiva praticata da operatori esperti, con il 26% di casi risolti senza l’intervento.

Fonte:  Corriere.it

Foto tratta da: https://www.google.it/search?hl=it&tbm=isch&source=hp&biw=1920&bih=937&ei=tCqGXOK0Hoy5gwfe84nADQ&q=torsione+testicolare&oq=torsione+testicolare&gs_l=img.1.0.0l4j0i8i30l2j0i24l4.1755.5658..8748…0.0..0.68.1095.20……0….1..gws-wiz-img…..0.mzX0KtUqFfE#imgrc=GGDqP4TLWzAspM:

Redazione Men’s Life

Tempo di lettura: 1’20’’

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.