Sri Lanka – Viaggiare attraverso il cibo parte 2

49792

Quest’estate sono stato nello Sri Lanka ………

Viaggiare e mangiare sono due esperienze inscindibili l’una dall’altra e necessariamente complementari.

Nella prima parte dell’articolo vi ho parlato dei Somosa del Muslim hotel e del Kotthu

Ora vi descrivo la mia esperienza con altri tre piatti tipici di questo fantastico paese:

Curry di lenticchie

curry con lenticchieLa cultura gastronomica dello Sri Lanka, in confronto ad altri paesi del Sud-est asiatico, è piuttosto limitata. Di fatto, le preparazioni si assomigliano un po’ tutte sia che ci si trovi a Colombo che in qualche piccolo paese del continente. Però tra i piatti che ripetutamente mi sono trovato a mangiare ce n’è stato uno che mi ha veramente colpito e che ogni giorno assaggiavo con piacere: il curry di lenticchie.
Questo piatto, spesso accompagnato al riso, è un’interessante combinazione di sapori e consistenze. Le lenticchie non sono quelle a cui noi siamo comunemente abituati, infatti lo Sri Lanka ha diverse varietà selvatiche di legumi, molto più saporiti di quelli coltivati, che nel corso della storia si sono rivelate una fondamentale risorsa proteica.
La magia di questo piatto sta nel fatto che varia la sua natura a seconda del mix di spezie utilizzato per il curry e dunque a seconda del posto in cui ci si trova. In un certo senso potrei dirvi che per me il curry di lenticchie è stata l’essenza stessa del viaggio. Viaggiare mangiando o mangiare il viaggio.

Il pesce fresco di Trincomalee

Se da un lato lo Sri Lanka non vanta un numero di ricette così alto dall’altro può contare su materie prime abbondanti e di estrema qualità.
L’esempio più lampante è senza dubbio il pesce. Lo Sri Lanka essendo un’isola vive di pesca ed il pesce dell’Oceano Indiano è veramente incredibile. A Trincomalee, nella parte nord della costa orientale, la popolazione è quasi interamente formata da pescatori e proprio in questa città ci sono tra i migliori ristoranti di pesce del paese. Non vi aspettate lussuosi ristoranti, ma piccoli chioschi che ogni sera cucina su griglie roventi il pesce pescato poche ore prima. Il pesce è freschissimo e si scioglie in bocca e le salse preparate per accompagnare le pietanze sono il miglior make up possibile che si possa pensare per dei pesci mediamente più grassi di quelli del Mediterraneo.

Ho ancora la pelle d’oca quando ripenso al sapore del pesce al cartoccio del Ceylon Seafood Cafe: semplicemente, la sublimazione del mare.

King prawn

king prawnUno dei ristoranti più famosi di Colombo è il Ministry of Crab, ristorante numero 25 della classifica dei World’s 50 Best Restaurant Asia. Questo ristorante è rinomato per cucinare granchi e gamberi decisamente più grandi di quelli a cui siamo solitamente abituati (ho visto servire ad un tavolo un granchio da 16 kg). Creature meravigliose pescate a largo della costa di Colombo che ogni giorno arrivano freschissime nella cucina di questo ristorante per essere sapientemente trasformate.
In questo ristorante abbiamo deciso di passare la nostra ultima cena nello Sri Lanka per terminare al meglio quello che era già stato un viaggio meraviglioso. Oltre ad un granchio da 1,5 kg cotto nel burro, che praticamente si scioglieva in bocca, abbiamo deciso anche di assaggiare il king prawn; questo gamberone, da quasi 1 kg, viene servito con un olio caldo con peperoncino ed aglio.
Eh niente, cosa vi devo dire? Era il crostaceo più tenero e saporito che abbia mai mangiato.

Gianluca Bitelli

Tempo di lettura: 1’35”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.