Alberto Sordi apre la villa

40185

di Fabio Bandiera

Inaugurata finalmente a Roma l’attesissima mostra commemorativa del centenario dalla nascita di Alberto Sordi.

Occasione unica ed imperdibile per visitare la sua residenza di Piazzale Numa Pompilio, scrigno e rifugio del popolare attore romano, aperta per la prima volta al pubblico.

Una villa sontuosa nascosta nel verde che si affaccia sullo scenario suggestivo delle Terme di Caracalla.

Villa che ci restituisce una dimensione quotidiana e a tratti segreta di una delle icone popolari più famose a amate di tutti i tempi che ha sempre salvaguardato gelosamente la sua sfera privata.

Un viaggio a ritroso nel tempo che questa mostra ci rivela tra gli anfratti e i cimeli delle sue numerose stanze.

Ripercorrendo in parallelo la doppia vita di un uomo sul quale troppo si è detto e troppo si è scritto non di rado a sproposito.

IL RIFUGIO- FORTEZZA

Nato nel 1920 ultimo di quattro figli Alberto visse a pieno l’epopea fascista.

La Villa che ebbe la fortuna di acquistare fu fatta costruire, su progetto del famoso architetto Clemente Busiri Vici, per il gerarca Alessandro Chiavolini tra la fine degli anni venti e l’inizio dei trenta.

Caduta in abbandono fu notata da Sordi per la sua splendida location e nel 1954 divenne subito sua proprietà ad una cifra irrisoria suscitando l’ira del suo concorrente di Vittorio De Sica.

Da li in poi è storia, quella di una famiglia che rimarrà unita nel tempo e che Alberto proteggerà e custodirà tra bagni di folla e una costante, strabordante popolarità.  

LA FAMIGLIA

Alberto vive in costante ascesa gli anni tra fine cinquanta e i sessanta, la star dopo le prime esperienze teatrali e radiofoniche è completamente dedito al cinema, suo eterno amore che non abbandonerà mai fino alla fine dei suoi giorni.

L’ormai ristrutturata villa è il suo buen retiro in cui trova ad attenderlo le due sorelle Savina e Aurelia, entrambe nubili, con le quali condividerà i grandi successi aprendo le porte della sua fantasmagorica dimora.

Accessibile a pochi, ma comunque aperta con tanto di sala cinema e annesso pianoforte, ai cui fortunati invitati era concesso di assistere a proiezioni private fino al 1972, anno in cui venne a mancare improvvisamente Savina.

Dopo il fortino diventa un vero e proprio bunker inaccessibile in cui l’attore deciderà di salvaguardare sè stesso e la sua privacy.

UN ANTIQUARIO MANCATO

Gironzolando tra le meraviglie di questa casa-manifesto si ha l’impressione che il tempo si sia fermato.

Come se qui ci abitasse un vecchio scapolone amante di anticaglie di ogni genere tra broccati e lampadari, tappeti e libri rilegati, pentole e ceramiche.

Oggetti che ci restituiscono un quadro intatto, rivelandoci una grande passione per tutto ciò che è antiquariato nelle sue più diverse declinazioni.

Una piccola libreria old style in cui sono stipate tutte le sue statuette conquistate.

Una barberia intatta, specchio sublime di un tempo che fu, chiudono questo percorso privato pervaso da un’intimità familiare.

Al termine della mostra non potrà che divenire un museo permanente quale istantanea perenne da preservare e custodire nel tempo.

TENDONE UNIVERSALE

Chiusa la suggestiva visita privata ci si immerge in un baleno nella tensostruttura creata ad ok, e visitabile gratuitamente.

Qui scorre il nastro dell’icona popolare Sordi, un gigantesco mutaforme che riflette a pieno titolo la nostra storia in cui non possiamo non rispecchiarci.

Foto, cartelloni, video scorrono senza soluzione di continuità, vestiti di scena, frasi celebri e le sue più grandi passioni ci parlano stanza dopo stanza.

Un album di ricordi senza tempo che ognuno di noi sfoglia liberamente scegliendo le pagine alle quali è più affezionato e in cui può riconoscersi.

Grazie di tutto Alberto!!!

Questa mostra ci avvicina un po’ di più a te restituendoci il tuo vissuto e il tuo quotidiano, quello di un uomo semplice e innamorato della vita e della sua meravigliosa città.

Fabio Bandiera

Tempo di lettura: 1’30”

Foto tratta da: https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/01/03/news/alberto_sordi_una_mostra_nella_sua_villa_per_i_100_anni_dalla_nascita-244899925/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.