E’ un cane o un canguro?

0
18426

Che stiate rientrando da un lungo viaggio o dall’aver buttato la spazzatura, che siano ospiti occasionali, i soliti amici o parenti che frequentano casa, è sempre la stessa storia, il cane salta sempre addosso, tanto che cominciate a sospettare che non si tratti di un cane ma di un canguro o kangaroo come direbbero i nostri amici australiani.

Mettiamo un po’ d’ordine,

Il canguro ha una coda molto grossa e lunga, delle zampe posteriori molto lunghe e due piccole zampette anteriori, ma soprattutto si sposta in posizione eretta con dei lunghi salti.

Quindi se la descrizione non corrisponde con l’animale che avete in casa possiamo dire con discreta certezza che avete un cane.

Questo mi tranquillizza perché in caso contrario avremmo incontrato qualche difficoltà in più per risolvere il problema.

Bene quindi abbiamo un cane

Che sia di piccola taglia o di grossa taglia il problema si affronta nella stessa maniera solo che nella maggior parte dei casi il problema è maggiormente percepito come tale solo nelle taglie grandi, nelle piccole meno, per ovvi motivi.

Vi siete mai chiesti perché il nostro cane ha la necessità di saltarci addosso?

Questo è uno dei tanti comportamenti ereditati dal lupo, quando la mamma torna dalla caccia gli rigurgita il cibo per nutrirli, non è il massimo del galateo, ma funziona.

Così facendo il cucciolo impara in brevissimo tempo a leccare il musetto della madre per elemosinare il cibo.

Abbiamo anche altre letture di questo comportamento, ma nel nostro caso questa è quella utile.

Il nostro cane adotta lo stesso comportamento istintivo, di fatto vuole leccarci in faccia, il problema e che noi approcciamo in posizione eretta e questo lo porta ad appoggiarsi alle nostre gambe, quando è cucciolo ne siamo anche felici, ma crescendo diventa un problema soprattutto quando insistono o diventano irruenti.

Questa e una lettura classica, ma dietro questo comportamento si possono nascondere problemi di relazione.

Cosa fare?

Il primo passo è risolvere il problema in famiglia, in casa, solo dopo sarai in grado di risolverlo verso terzi.

Se non è grave, comincia a ignorare il cane che ti salta a dosso e premialo, tutte le volte che si calma e non salta, semplicemente buttando a terra qualcosa di suo gradimento, come quando dai da mangiare ai piccioni in piazza San Marco, questo potrebbe bastare.

Altrimenti  puoi vincolare il guinzaglio al muro o farti aiutare da qualcuno che lo tenga, tu dovresti stimolarlo per farlo saltare addosso, lui proverebbe ma non riuscirebbe per via del vincolo dopo qualche tentativo, desisterebbe anche davanti alla stimolazione.

Bene quello è il momento di premiarlo…

Così facendo comincerebbe a comprendere che gli è più vantaggioso non saltare, e rivedrebbe il suo comportamento.

Ricorda! PENSA CON LA CODA!

Fabio Carta

Tempo di lettura: 1’20”

Foto tratta da: https://www.zampefelici.it/il-cane-salta-addosso/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.