Public speaking con Toastmasters International

0
20273

di Fabrizo Daloiso

Public speaking con Toastmasters International:

Chi di noi non ha mai provato quella strana sensazione, talvolta quasi panico, nel trovarsi di fronte a un pubblico, piccolo o grande che sia, prima di un discorso o di una presentazione?

Alcuni anni fa parlando con un mio amico ho scoperto casualmente una sconosciuta organizzazione Toastmasters International, costituita da volontari, che offriva l’opportunità di migliorare la capacità di comunicazione in pubblico (public speaking) e di leadership.

Incuriosito decisi di partecipare come ospite a un incontro Toastmasters del club di Roma.

Quella sera mi trovai in una sala con oltre una ventina di persone, dove alcuni di avevano un ruolo:

  • presidente,
  • presentatore,
  • speakers,
  • valutatori,
  • cronometrista,
  • correttore di grammatica.

Tutti seguivano una sorta di canovaccio per dare il proprio contributo per lo sviluppo del meeting.

Gli interventi e lo svolgimento fu molto interessante, con discorsi di diverso tipo e spessore.

E poi tutte le persone, specialmente quelle più esperte, erano molto disponibili nel confronto in un ambiente decisamente amichevole e accogliente.

Public speaking con Toastmasters International:

Quella sera compresi il valore di Toastmasters e non solo per fini professionali.

Toastmasters non è una scuola, non è un corso formale per imparare a parlare in pubblico.

Non ci sono insegnanti o professori. Non esiste un test per essere ammessi al club.

E’ un luogo di apprendimento collettivo dove i soci fondamentalmente imparano studiando dai manuali redatti dall’organizzazione internazionale, praticando e aiutandosi reciprocamente.

Dopo un paio di volte di frequentazione come ospite decisi a iscrivermi al club romano.

Ogni incontro potrebbe essere definito una sorta di workshop in cui si studia e si impara a comunicare e a apprendere tecniche di leadership, insieme a altre persone che frequentano il club per le medesime ragioni.

Nel tempo si possono seguire differenti percorsi via via più articolati in base alle proprie capacità e ai propri obiettivi.

Public speaking con Toastmasters International:

Durante un meeting, i partecipanti imparano a parlare in pubblico principalmente secondo due modalità:

La prima è il caso in cui un membro del club presenta un discorso precedentemente preparato sulla base di progetti indicati nel manuale dell’organizzazione.

La seconda è quella in cui un partecipante membro o ospite può fare un discorso improvvisato di uno o due minuti su un argomento individuato dal coordinatore del meeting.

Ogni oratore alla fine del suo discorso riceve un riscontro da un valutatore con dei suggerimenti, in cui si evidenziano punti di forza e di miglioramento.

Complessivamente tutti i partecipanti imparano proponendo brevi o lunghi discorsi e osservando gli altri membri del club e ricevendo dei feedback.

Un altro aspetto interessante è che le sessioni si possono svolgere o in lingua italiana oppure in lingua inglese a secondo delle caratteristiche del club al quale ci si iscrive.

I club Toastmasters sono presenti in molte città italiane e sono sparsi in tutto il mondo.

I responsabili dei club sono molto attivi tra loro: si scambiano informazioni, collaborano, favoriscono la partecipazione di membri provenienti da altri club che per esempio si trovano in quella città per vacanza o per altri motivi.

Ogni meeting costituisce anche un modo piacevole e divertente di incontrare persone di altre nazionalità e ascoltare i loro discorsi su argomenti diversi.

Durante il periodo di “confinamento” a casa per le restrizioni imposte da Corona Virus, ho sperimentato una frequentazione del club differente.

Grazie alla tecnologia innovativa è possibile partecipare ai meeting in videoconferenza.

E’ stato emozionante e divertente essere per esempio a un incontro in videoconferenza con circa 40 persone collegate da diverse località del mondo:

Public speaking con Toastmasters International:

Oltre da Roma, vi erano speakers connessi da:

  • Canada,
  • USA,
  • Cipro,
  • Bulgaria,
  • Svizzera,
  • Belgio,
  • Francia.

Un’esperienza davvero unica, internazionale perché naturalmente in questo caso la lingua usata è stata l’inglese.

Io questa palestra di public speaking, formativa e coinvolgente, consiglio di provarla!

Fabrizio Daloiso

Tempo di lettura: 1’20”

Per maggiori informazioni: https://www.toastmastersitalia.it/blog/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.