ALLA RICERCA DEI BIG FIVE – il mio safari in Tanzanzia

28138

di Manolo Rufini

Era un’alba tranquilla in Tanzania quando partii per un safari alla ricerca dei Big Five.

La natura, ancora sonnolenta, si stava lentamente svegliando, e il sole iniziava a tingere il cielo di un arancione dorato.

Mi trovavo nel cuore del Serengeti, una vasta distesa di terra dove la natura regna sovrana e i Big Five si muovono con grazia e potenza.

Il primo incontro fu con un branco di elefanti.

Big Five ElefantiQuesti giganti gentili, parte integrante dei Big Five, camminavano lentamente tra la savana. La loro presenza, con le enormi orecchie e le zanne maestose, era imponente e affascinante. I piccoli elefanti giocavano tra le zampe degli adulti, creando momenti di pura tenerezza. Vederli così da vicino era come essere in un mondo dominato dalla forza della natura.

Foto adobe stock 377834602

Proseguendo, incontrammo un branco di bufali,

Big Fiveun altro componente dei Big Five, vicino a una pozza d’acqua. Questi animali massicci, con le loro corna ricurve, erano radunati in gruppo, come a proteggersi a vicenda. I bufali sono noti per la loro aggressività e imprevedibilità, ma in quel momento sembravano pacifici, intenti a godersi la tranquillità del mattino.

 

Era incredibile pensare che tra i Big Five, questi animali fossero tra i più temuti, eppure così armoniosamente integrati nel loro ambiente.

Foto Adobe stock 322597568

Il momento più emozionante arrivò quando incontrammo un leone,

Big Five : Leoneil re indiscusso dei Big Five. Sdraiato su una roccia, osservava la savana con un’aria di dominio e potere. La sua criniera dorata brillava al sole, conferendogli un’aura regale. Vederlo ruggire fu un’esperienza che mi fece battere il cuore, ricordandomi perché i leoni sono tra i Big Five: potenti e affascinanti, ma anche fieri e pericolosi.

Foto Adobe stock 127673234

Continuando il nostro safari, trovammo un leopardo,

Big Five Leopardoil più misterioso dei Big Five. Nascosto tra i rami di un albero, la sua pelliccia maculata si confondeva con le ombre, rendendolo quasi invisibile. La sua eleganza e agilità erano sorprendenti, un vero predatore. Osservarlo muoversi tra i rami con tale fluidità mi ricordò perché i leopardi sono considerati uno dei Big Five, capaci di cacciare con precisione e rapidità.

Foto Adobe stock 236060690

L’ultimo dei Big Five, il rinoceronte,

Big Five Rinoceronteapparve all’improvviso tra l’erba alta. Con il suo corpo imponente e le corna massicce, era un’immagine di forza e resistenza.

Tuttavia, sapevo anche che i rinoceronti sono tra i Big Five più minacciati, vittime della caccia di frodo. Vederlo nel suo habitat naturale fu un promemoria della fragilità della natura e della necessità di proteggere questi magnifici animali.

Adobe stock 521458729

Mentre il sole calava dietro l’orizzonte, riflettei sulla giornata trascorsa alla ricerca dei Big Five.

Era stato un viaggio attraverso la bellezza e la forza della natura, un’esperienza che mi aveva insegnato il rispetto per questi animali magnifici e per il mondo che li ospita.

Un safari in Tanzania non è solo un viaggio, ma un’opportunità per riconnettersi con la natura e comprendere quanto sia essenziale preservarla.

Copertina: foto adobe stock 523956441

Manolo Rufini

Tempo di Lettura: 2’40”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.