Il Risveglio

40597
Scarica il podcast dell'articolo

di Stp

Il Risveglio dell’Anima, della Coscienza, il Risveglio Interiore, il Risveglio Spirituale oppure il Risveglio della Consapevolezza, il Risveglio nella Fede, nella Salvezza.

Quanti e quanti Risvegli, caspita!

Ma in tutti questi Risvegli, esiste poi qualcuno che si è veramente Risvegliato?
Ah sicuramente ne troverete tanti, a bizzeffe, e saranno gli stessi che vi vorranno fornire il loro metodo, quello giusto, l’unico infallibile, per svegliare o risvegliare anche voi.
Anzi, penso che la maggior parte delle persone, anche tra voi che mi leggete, si sentano dei Risvegliati e sappiano come scuotersi dal torpore esistenziale.
Perché credo che siano veramente pochi gli individui convinti di essere profondamente assopiti.
La maggior parte ha capito il trucco, si sono destati e guai a mettergli il dubbio.
Lo so che fa fico sentirsi Risvegliati, sentirsi superiori a tutti agli altri poveracci che dormono beatamente ignari anche del loro sonno. È rassicurante e gratificante sapere di essere nel giusto, sentirsi in dovere di diffondere il Verbo, lo so perché ci sono passato anche io.
Il problema secondo me è nel termine, “Risveglio”, è inesatto, fuorviante e ingannevole.
Non credo sia corretto definirlo “risveglio”, perché nel risveglio fisiologico, si passa da una situazione di inconscio ad una di conscio. Mentre nel Risveglio dell’Io, tanto decantato ed ostentato da molti, non cambia proprio nulla.
Al massimo può cambiare il modo in cui si vede e percepisce il mondo, ma è comunque soggettivo.
Vi spiego meglio il mio personale pensiero, quel che viene erroneamente definito Risveglio, in realtà è una presa di coscienza del non essere svegli.
Rendersi conto che nelle nostre vite qualcosa stoni, accorgersi che ci sia altro senza capire esattamente cosa. Questo non è risvegliarsi e soprattutto non deve essere considerato un punto d’arrivo ma, al contrario, è un punto di partenza.
Questa sensazione si potrebbe paragonare a quei rari casi in cui, durante un sogno, ci rendiamo conto di essere addormentati e, in qualche modo, riusciamo a gestire in parte ciò che sogniamo.
Ecco più che Risveglio sarebbe giusto chiamarlo Dormiveglia.
Con questa chiave di lettura che vi sto sottoponendo, non voglio convincere nessuno perché credo di dormire tanto quanto voi.
Quindi rassegnatevi, non esiste nessuno che possa risvegliarvi, perché non esiste nessuno realmente sveglio.
Esistono però molti metodi per imparare a percepire questo stato di Domiveglia e sono tutti giusti e tutti sbagliati, dipende da voi.
Eh si, siete voi e solo voi che, se ne sentirete l’esigenza dovrete trovare la Via giusta, ovvero quella che più vi si addice in questo cammino.
Tenete bene a mente però che questa Via verso il Risveglio, non avrà mai una fine ma aumenterà solo la possibilità di gestire il vostro sogno.

Stp

Tempo di Lettura: 1’20”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.