Quali sono i migliori integratori per la prostata?

189932

Quali sono i migliori integratori per la prostata che aiutano a curare o a prevenire i sintomi della prostatite?

Scarica il podcast dell'articolo

Parliamo degli integratori per la prostata e della prevenzione della prostatite

Esistono in commercio specifici integratori per la prostata che permettono di agire sui sintomi e sulle cause dell’ipertrofia prostatica benigna e della prostatite.

La prostata è una ghiandola a forma di castagna presente nell’apparato genitale maschile. La sua funzione principale è produrre e immagazzinare il liquido seminale che verrà rilasciato durante l’eiaculazione. Si trova al di sotto della vescica e davanti al retto.

Esistono in commercio specifici integratori per la prostata
Parliamo degli integratori per la prostata e della prevenzione della prostatite

Tra le patologie che colpiscono la prostata c’è l’ipertrofia prostatica benigna

L’ipertrofia prostatica benigna è una patologia caratterizzata da un aumento del volume della prostata. Colpisce il 25% degli uomini fra i 40 e i 49 anni, il 50% degli uomini dopo i 50 anni.

Dal momento che una porzione di uretra è posizionata internamente alla prostata, modificazioni di volume e di struttura della prostata possono creare ostacoli al deflusso di urina.

Tra le patologie che colpiscono la prostata c’è l’ipertrofia prostatica benigna
Tra le patologie che colpiscono la prostata c’è l’ipertrofia prostatica benigna

Tra i sintomi delle problematiche collegate alla prostata vi sono:

  • bisogno frequente di urinare;
  • bruciore mentre si urina;
  • flusso di urina debole;
  • senso di incompleto svuotamento della vescica;
  • fuoriuscita di alcune gocce di urina dopo la minzione.

L’ipertrofia prostatica benigna può causare grossi disagi nello svolgimento delle attività quotidiane, compromettendo la qualità della vita.

Se non trattata in modo adeguato, inoltre, questa patologia può causare complicanze di notevole importanza, come disfunzione erettile, problemi eiaculatori e infezioni alle vie urinarie.

Per contrastare questi disturbi e migliorare la qualità della vita è utile assumere degli integratori alimentari specifici per la prostata.

Tra i sintomi che ne conseguono vi sono:
Tra i sintomi delle problematiche collegate alla prostata vi sono:

Un’altra patologia che colpisce la prostata è la prostatite.

Si tratta di un’infiammazione della prostata, che può essere sia acuta sia cronica.

È una patologia molto frequente e colpisce, in particolare, soggetti nella fascia di età compresa fra i 18 ed i 45 anni. Può essere causata da batteri o da comportamenti scorretti nello stile di vita (alimentazione non equilibrata, scarsa idratazione, funzione intestinale irregolare, pratica del coito interrotto, stile di vita sedentario).

I sintomi della prostatite sono solitamente rappresentati da elevata frequenza delle minzioni, con bruciore, dolori e senso di peso al perineo ed ai testicoli. Trascurare i sintomi espone a serie complicanze, come infezioni batteriche e disturbi sessuali.

Un’altra patologia che colpisce la prostata è la prostatite.
Un’altra patologia che colpisce la prostata è la prostatite.

La prostatite può incidere sulla salute riproduttiva.

Come l’ipertrofia prostatica benigna, anche la prostatite può condizionare la capacità riproduttiva dell’uomo. In presenza di una infiammazione, infatti, lo sperma oltre ad essere quantitativamente povero di spermatozoi (oligospermia), è eiaculato con poca forza in vagina, con conseguente difficoltà a superare il muco cervicale femminile. La terapia consiste nel modificare alimentazione e stile di vita, inoltre il medico potrà prescrivere farmaci antinfiammatori e, nel caso di prostatite batterica, antibiotici.

In caso di prostatiti acute o croniche è altresì utile associare integratori a base di fitoterapici.

La prostatite può incidere sulla salute riproduttiva.
In caso di prostatiti acute o croniche è altresì utile associare integratori a base di fitoterapici.

Ma quali sono i migliori integratori per la prostata?

I migliori integratori per la prostata, associati ad una dieta corretta, possono alleviare i sintomi più fastidiosi e frequenti legati sia all’ipertrofia prostatica benigna sia alla prostatite.

Il tutto in maniera naturale e senza ricorrere ai farmaci, così da evitare gli effetti collaterali.

In commercio è possibile trovare una grande quantità di integratori alimentari, ma è importante scegliere bene. Solo un integratore con specifiche sostanze, infatti, può rivelarsi un valido alleato.

Tra gli integratori migliori ci sono quelli che contengono: Vitamina D, Boswellia, ZincoSelenioSerenoa Repens.

Ma quali sono i migliori integratori per la prostata?
Ma quali sono i migliori integratori per la prostata?

Integratori per la prostata: Vitamina D

Oltre ad essere essenziale per la salute delle ossa, il buon funzionamento del sistema immunitario e molte altre funzioni metaboliche, questa vitamina svolge un’azione antiproliferativa delle cellule prostatiche, rallentando la crescita di quelle maligne.

Integratori per la prostata: Vitamina D
Integratori per la prostata: Vitamina D

Boswellia

È la pianta dell’incenso, è in grado di svolgere una potente azione antinfiammatoria e analgesica, riducendo dolore e gonfiore. Agisce direttamente sulle fibre muscolari del tessuto prostatico e migliora la minzione.

Boswellia
Boswellia

Integratori per la prostata: Zinco

Questo minerale contribuisce al mantenimento dei normali livelli di testosterone. Aiuta a migliorare la qualità e la mobilità degli spermatozoi, può contribuire a diminuire il rischio di cancro alla prostata e inibisce l’alterazione dello stimolo alla sessualità.

Integratori per la prostata
Integratori per la prostata: Zinco

Selenio

Il Selenio è un normale costituente del liquido seminale ed è fondamentale per lo sviluppo e la maturazione degli spermatozoi. Migliora dunque la mobilità degli spermatozoi e contribuisce a favorire la normale spermatogenesi.

selenio
Selenio

Integratori per la prostata: Serenoa Repens

La Serenoa Repens è chiamata anche “Palmetta della Florida” o “Palma nana”. Si tratta di una pianta che cresce spontaneamente nelle coste meridionali degli Stati Uniti. Ancora oggi è usata dai nativi americani per curare problemi legati al sistema urinario e all’apparato riproduttivo. Il suo frutto è ricchissimo di acidi grassi e fitosteroli.

Per le sue proprietà, la Serenoa Repens è usata negli integratori come rimedio per contrastare le infiammazioni delle vie urinarie e/o l’ingrossamento della prostata.

L’inizio precoce dell’assunzione di Serenoa Repens in presenza di prostatite acuta o cronica favorisce un’efficacia del trattamento antibiotico maggiore e prolungata nel tempo.

Inoltre, grazie alle sue proprietà diuretiche, antinfiammatorie e sedative, è utile anche per contrastare i sintomi dell’ipertrofia prostatica benigna.

Integratori per la prostata: Serenoa Repens
Integratori per la prostata: Serenoa Repens

Come abbiamo visto, esistono molte sostanze utili a contrastare le patologie prostatiche. L’importante è non trascurare i sintomi pensando che siano di poco conto e che passeranno da soli e rivolgersi, al più presto, al proprio medico curante.

Fonti: 

Redazione Men’s Life

Tempo di lettura: 1’30”

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.