A vela per le isole Cicladi: Mykonos.

0
3860

di Pierfrancesco Pierangelini

Quest’estate ho avuto la possibilità di andare a vela per le isole Cicladi, iniziamo la prima puntata di questo giro in barca con Mikonos.

Nel mio caso ho avuto la fortuna di aver un amico con la barca in Grecia che ho contribuito a trasferire. Comunque nelle principali isole greche è possibile trovare imbarcazioni a noleggio di vario tipo con prezzi crescenti più ci sia avvicina ad agosto.

Un altro aspetto che va tenuto conto per programmare un viaggio è il Meltemi, il vento da nord ovest che spira con spesso forte intensità in queste isole da luglio ad agosto, per questo motivo se avete la possibilità evitate i periodi ove il Meltemi picchia di più.

In giro per  Mykonos

Mykonos è una delle isole più conosciute delle Cicladi, è facilmente raggiungibile con aereo o con i  collegamenti marittimi dai principali porti della Grecia.

La parte a nord è quella più battuta dal vento dove le spiagge (Fitelia Beach) sono meno frequentate e mondane, invece sono meta di appassionati soprattutto di kite-surf e quindi adatte a chi preferisce una vacanza più sportiva.

Le spiagge a sud sono invece più riparate dal vento e più frequentate da chi ama il divertimento, tra queste le più famose sono Paradise Beach, Elia e Livadi.

Il centro abitato più grande è  nella parte ovest dell’isola, un paesino molto bello è suggestivo (da vedere il tramonto dalla Piccola Venezia) con molti ristoranti, negozi e locali e pieno di vita fino a tarda sera.

Info per i velisti

Nel paese potete trovare una moderna marina, ormeggiare costa molto poco ma i posti sono limitati e l’assistenza e i servizi sono  molto spartani.

Nella zona sud come detto ci sono molte baie che sono abbastanza riparate dal Meltemi che a Mykonos però soffia nei periodi estivi costantemente e piuttosto forte.

Il mio consiglio è di fermarvi nell’isola solo il tempo utile e poi proseguire verso sud, noi abbiamo trovato vento sempre intorno ai 20 nodi, un giorno siamo usciti e rientrati con vento di oltre 35 nodi e vi assicuro che ormeggiare in porto non è stata una passeggiata con i marinai greci che invece di aiutarti ti prendono a parolacce.

Pierfrancesco Pierangelini

Tempo di lettura: 1’00”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.