Come si prepara il cibo per lo spazio?

40362
Scarica il podcast dell'articolo

di Gianluca Bitelli 

Vi siete mai chiesti cosa e come mangiano gli astronauti nello spazio?

E se anche ve lo siete chiesto, avete idea di come venga preparato il cibo per lo spazio?

Spesso quando si pensa alle missioni spaziali, allo sbarco del primo uomo sulla luna, si pensa a tante cose ma raramente al cibo.

Eppure nello spazio ci sono diverse cose che cambiano, tra tutte alcune leggi della fisica, ma una cosa resta invariata: la necessità di nutrirsi.

Anzi, il cibo durante le missioni spaziali ricopre un ruolo ancor più rilevante rispetto a quello che ha sulla terra.

Di fatto, oltre ad aver l’obiettivo di mantenere gli astronauti in un ottimo stato di salute diminuendo il rischio di stress ossidativo, infiammazioni e ritenzione idrica, il cibo nelle stazioni spaziali non deve creare problemi.

In assenza di gravità, la potenziale volatilità di briciole o di parti del cibo potrebbe causare gravi danni sia alle strumentazioni ma anche agli stessi astronauti.

Per tutte queste ragioni il cibo, anche nello spazio, ha un ruolo centrale.

Per parlare di cibo spaziale e di tutto quello che ruota intorno all’alimentazione nello spazio abbiamo intervistato Stefano Polato di EAT Freedom.

Stefano segue la produzione di pasti per lo spazio dal 2013 e fra i suoi clienti ci sono alcuni astronauti italiani, tra cui Paolo Nespoli, Luca Parmitano e Samantha Cristoforetti.

Stefano Polato è attualmente Chef e Head of Development per EAT Freedom, una start-up fondata nel 2021 con l’obiettivo di produrre pasti pronti e disidratati per sportivi e amanti dell’avventura.

Stefano ci ha raccontato i diversi step della produzione del cibo per le missioni spaziali:

– La fase di brainstorming e di ideazione delle ricette con gli astronauti.
– La creazione delle ricette attraverso processi chimico-scientifici come la liofilizzazione o la stabilizzazione termica.
– Il controllo e l’analisi per assicurare la sicurezza alimentare delle preparazioni che dovranno essere conservate a temperatura ambiente fino a 24 mesi.
– La spedizione delle preparazione a Houston per gli ultimi controlli ed analisi chimiche.
– Il consumo nella stazione spaziale internazionale.

Un racconto lungo e affascinante per scoprire come vengono ideati e realizzati i pasti per i nostri astronauti.

Ascolta la puntata (Stefano Polato) su Juice it up!

Gianluca Bitelli

Tempo di lettura: 2’00”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.