La quarantena dei nostri amici a quattro zampe

0
20826

Maria Luisa Barbarulo intervista, a distanza, il cinofilo di Men’s Life, Fabio Carta. Ecco i consigli preziosi per rendere la vita dei nostri animali meno stressante

Buongiorno da Maria Luisa Barbarulo, nello spazio Social di Men’s Life, oggi abbiamo il piacere di avere qui con noi Fabio Carta. Buongiorno Fabio! 

Fabio è un educatore cinofilo, ed è anche un carissimo amico, quindi lo saluto doppiamente. Gli voglio chiedere, anche per tutti voi, come possiamo sfruttare questi giorni di quarantena, per educare, per gestire, per capire meglio i nostri amici a 4 zampe?

A te la parola Fabio!

Ciao Malu! Ciao amici di Men’s Life! E’ sempre un piacere sentirti, vederti… Io mi concentrerei su come migliorare la relazione con il nostro cagnolino in questo momento particolare.

Gli aspetti che consiglio di rivedere sono in sostanza tre.

Bisogni primari: passeggiate, svago e bisogni e cibo e alimentazione quindi. Passeggiate, svago e bisognini vanno fatte, ma rivedute e corrette, visto il periodo, quindi molti cani faranno meno attività di quella che davano prima.

E l’alimentazione in questa direzione, perché se il cane fa meno attività rispetto a quella che faceva prima dobbiamo fare anche attenzione nel vedere al ribasso quella che è la porzione del pasto. Quindi se non lo abbiamo già fatto, facciamo una telefonata al nostro veterinario per chiarirci le idee.

In sostanza se il nostro cane faceva molta attività prima, ed oggi ne fa meno, e sta molto tempo sul divano, è meglio ridurre la quantità di cibo, altrimenti rischiamo di farlo ingrassare.

Grazie Fabio, in effetti non avevo pensato che muovendoci meno noi, si muovono meno anche loro e quindi è giusto sentire il veterinario o comunque fare delle riflessioni per quanto riguarda gli aspetti nutrizionali dei nostri amici a 4 zampe.

Quindi soddisfatti i bisogni primari, e riveduti e corretti secondo necessità ed esigenza, il secondo punto sul quale mi concentrerei è il nostro stato d’animo. Lo stato d’animo con il quale approcciamo al nostro cagnolino e alle persone che ci circondano.

Oggi forse ci facciamo prendere troppo dalle notizie, dai Social, dalle brutte notizie che circolano. Questo ci mette in uno stato d’animo che non è il massimo. E sicuramente il nostro cane ne risente. Quindi se vogliamo raggiungere o migliorare una relazione, per avere come obiettivo una relazione empatica e complice, cerchiamo di essere presenti li, nel momento in cui stiamo “erogando” la relazione. Un po’ come si fa con i figli: cerchiamo di essere presenti, concentrati su quello che stiamo facendo, su quello che il cane ci chiede, con il corpo, con il suo modo di fare. Più siamo presenti, più ci avviciniamo e viviamo il momento come è giusto che sia. E il cane questo lo percepisce molto.

Quindi il nostro stato d’animo, calmo, rilassato e presente. Non dimentichiamocelo!

Per concludere. Una cosa che può migliorare molto la nostra relazione con il nostro cane, sono le attività di fiuto. Che sia casa con giardino, che sia casa con balcone o terrazza, che sia casa e basta, di attività di fiuto ne possiamo fare tante: dalla classica ricerca e scovo, alle attività di problem solving (e di tutorial ne trovate tantissimi online). La differenza tra attività più dinamiche, tipo tiro la pallina, il legnetta, il giochino e il cane me la prende e le attività di fiuto è che 15 minuti di attività di fiuto possono essere paragonabili a 30’/45’ di attività più dinamiche, il vantaggio è che le attività di fiuto calmano e rilassano, le attività dinamiche, come tiro pallina – prendo pallina, rischiano di stancare, ma anche di eccitare il cane. Quindi alla fine ci ritroviamo un cane più stanco, ma anche molto più eccitato. E non è quella la cosa che vogliamo e desideriamo. Quindi la cosa migliore da fare secondo me sono le attività d fiuto, dove otteniamo sia la stanchezza che un cane più rilassato.

Fabio grazie per questa tua risposta e soprattuto per i tuoi preziosi consigli. Volevo chiederti anche, in questi tempi di quarantena come è cambiata la tua attività professionale?

Di fatto non eroghiamo più servizi one-to-one, di fatto tutte quelle che erano lezioni, collettive o di persona sono sospese, così come tutte le nostre attività e questo dal decreto di qualche settimana fa. Ci siamo riorganizzati!

Già da tempo stavamo andando in questa direzione, direzione dell’online e delle video conferenze, video chiamate, avevo già strutturando il tutto, adesso la cosa si sta concretizzando.

Stiamo sfruttando questo momento di pausa, per rivedere i progetti che erano messi un po’ da parte, per dare nuova vita a questi, quindi di fatto ho con molti dei nostri clienti, ci aggiorniamo e ci teniamo in contatto tramite un gruppo unico su WhatsApp. Con molti facciamo delle video chiamate: loro mi spiegano bene le loro problematiche ed io intervengo in maniera diretta e chiara.

Questo mi fa pensare anche all’utilizzo di queste nuove formule, anche per il futuro. Molti mi mandano anche dei video.

Diciamo quindi che per cause di forza maggiore, oggi l’attività si è tutta spostata su l’online e sulle video chiamate, per poterli seguire a distanza.

Sì Fabio! Sicuramente ci sono dei cambiamenti importanti. E secondo te quali sono i risultati di questi cambiamenti?

I risultati mi sembrano ottimi! Anche se questo dobbiamo chiederlo a loro! ; )

Grazie Fabio, per queste tue riflessioni.

Devo farti ora una domanda che faccio a tutti. Tu sei un ottimista, quindi mi aspetto una risposta da ottimista: cosa ci possiamo portare a casa da questo periodo di quarantena? Qual è la cosa positiva che sicuramente ci portiamo a casa?

Sì, hai detto bene, da ottimista io credo che in momenti come questi si vada incontro ad una necessaria revisione di quelle che sono le abitudini, il focus e le strategie per il futuro. Di tempo ne abbiamo ancora. Quello che c’è da fare è una revisione consapevole di quella che è la nostra attività, di quelli che sono i nostri obiettivi, per farci trovare preparati domani.

Sicuramente si ritornerà ad una nuova normalità. Non sarà quella di prima. Se ci arriveremo sarà solo molto lentamente.

Quindi rivedere, riflettere su quelli che possono essere i cambiamenti per il futuro è d’obbligo oggi, per non farci trovare impreparati domani. E’ un po’ come rimescolare le carte e rideterminare le regole del gioco.

Grazie Fabio, per questo immagine del rimescolamento delle carte mi sembra un’immagine che ci aiuta a comprendere quanto stiamo cambiando le cose.

Dietro tutto ciò si nasconde anche un po’ di curiosità e interesse positivo per il futuro, sperando che termini presto. Ci rivedremo e riabbracceremo presto tutti quanti!

Grazie Fabio per essere stato con noi.

Ritroveremo i nostri ascoltatori e i nostri spettatori nelle prossime settimane, per il resto ti mando un abbraccio sincero, a te e a tutti quanti i tuoi.

Vi saluto! Malu, Roberto e amici di Men’s Life. Un grosso abbraccio virtuale a tutti, e mi raccomando e ricorda: “Pensa con la coda, tutto ti sarà più chiaro!”

>>> Riascolta e rivedi tutte le interviste

Redazione di Men’s Life

Take Home Message – La quarantena dei nostri amici a quattro zampe

Maria Luisa Barbarulo intervista, a distanza, il cinofilo di Men’s Life, Fabio Carta. Consigli preziosi per rendere la vita dei nostri animali meno stressante.

Tempo di lettura: 2

Ultimo aggiornamento:  10 aprile 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.