Che ci faccio con un coach?

0
27344

Che ci faccio con un coach?

 

 

  • Se voglio dimagrire vado dal dietologo
  • Se voglio migliorare la mia forma fisica ingaggio un personal trainer
  • Se voglio aumentare le mie entrate cerco un lavoro migliore
  • Se gli altri non mi capiscono.. io che ci posso fare?
  • Se…….

Secondo la mia visione la vita è un percorso di crescita che ha per meta finale la nostra felicità.

La felicità è soggettiva ed ognuno di noi ne può dare una definizione diversa.

Possiamo dare importanza al denaro, alla salute, alla forma fisica o alla carriera.

Oppure alle relazioni: quelle intime, quelle familiari o alle amicizie.

Per altri prevalgono aspetti più trascendenti: culturali o spirituali.

La felicità di ognuno di noi è in fondo un mix di tutto ciò.

Quando percepiamo un disagio, in una qualsiasi di queste aree, spesso troviamo amici, familiari o conoscenti pronti a darci la loro soluzione, preconfezionata e spesso presentata come “verità assoluta”.

A volte può funzionare.

Molto più spesso, ahimè, il risultato sarà una maggiore frustrazione o il fallimento.

Nella mia esperienza da coach ho imparato che il più delle volte chi percepisce un disagio non riesce o non vuole nemmeno manifestarlo esplicitamente.

Chi invece sa cosa vorrebbe ottenere è già un passo avanti, ma … sarà in grado di prendere delle decisioni?

Il che ancora non sarebbe sufficiente se ad esse non seguissero azioni pianificate  e soprattutto eseguite e monitorate.

Parlando di coaching con persone a me vicine con cui contraccambio stima, affetto e amicizia, ma visioni diverse della vita, mi sono sentito obiettare:

Che ci faccio con un coach?
  • Se voglio dimagrire vado dal dietologo
  • Se voglio migliorare la mia forma fisica ingaggio un personal trainer
  • Se voglio aumentare le mie entrate cerco un lavoro migliore
  • Se gli altri non mi capiscono.. io che ci posso fare?
  • Se…….

Il problema è che se non percepiamo cosa ci rende infelici o se non riusciamo a darci degli obiettivi un motivo c’è.

Io ci ho messo un po’ ma alla fine credo di aver capito

Ciò che ci fa scoprire cosa vogliamo, che ci aiuta a fissare gli obiettivi, a prendere le decisioni, a renderle giuste e soprattutto a fare qualcosa AGENDO, sono solo le nostre umane emozioni.

Sono le nostre emozioni che ci motivano, anzi ci ispirano.

Le emozioni più potenti sono:

  • La passione
  • La paura

Possiamo poi essere spinti ad agire per orgoglio, per senso di responsabilità, per spirito di competizione, per non deludere chi ci ama…

Senza le giuste emozioni difficilmente riusciremo a definire, né tanto meno a raggiungere i nostri obiettivi.

Ecco a cosa serve un coach.

Un coach “normale” ti aiuta a definire gli obiettivi e magari a fare un piano di azione. Se è scrupoloso ti aiuta anche a monitorarlo.

Un coach “bravo” ti aiuta anche a chiarire a fondo i tuoi disagi e a capire quali aree della tua riguardano (non pensate che sia così scontato).

Un “grande” coach ti ISPIRA, eleva il tuo livello energetico, ti fornisce la benzina per salire di livello, da tutti i punti di vista e la tua vita non sarà più la stessa.

Roberto Bitelli

Tempo di lettura: 1’ 30’’

Foto tratta da: https://www.gliaudacidellamemoria.com/ispirazione-vieni-a-me-perche-e-come-il-soffio-delle-idee-aiuta-lo-studente-in-crisi/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.