Nuove forme di relazione: poliamore, polisessualità, pansessualità

0
17072

di Marco Silvaggi

La monogamia, intesa come concettualmente opposta a poliamore, alla polisessualità e alla pansessualità, non è mai stata l’unica forma di relazione umana.

Tuttavia oggi, grazie alla possibilità di comunicare in modo anonimo e con persone al di fuori della propria cerchia abituale, le informazioni stanno iniziando a circolare, aiutandoci ad avere un’idea più precisa.

Le cosiddette “nuove forme di relazione” infatti, non sono un fenomeno emergente, tuttavia, i nuovi mezzi di condivisione delle informazioni, favoriscono la conoscenza di cose che prima, erano più nascoste.

Nel caso del Poliamore ad esempio, si stima che negli Stati Uniti ci siano circa mezzo milione di famiglie poliamorose

Ovvero composte da persone che non hanno nel  “patto relazionale” la fedeltà reciproca tipica della monogamia.

Nuove forme di relazione: Cos’è il Poliamore?

Per Poliamore si intende un sistema in cui vi possono essere contemporaneamente più relazioni, sia affettive, sia sessuali.

Spesso vi è una coppia centrale o “primaria” da cui si dipartono diverse relazioni secondarie (affettive, sessuali o entrambi).

In altri casi vi sono delle vere e proprie costellazioni di relazioni orizzontali, ovvero senza alcuna relazione centrale.

In genere quando vi è una relazione dominante o centrale, il patto è che i partner debbano mettere sempre l’altro a conoscenza delle proprie condotte romantiche.

I “partner secondari”, invece,  possono o devono, essere lasciati all’oscuro.

Certamente questo tipo di relazione non trova grande accoglienza nella nostra cultura e spesso è considerata come una scusa per esercitare una sessualità promiscua e illimitata.

Sebbene questo possa anche verificarsi in alcuni casi, non necessariamente lo è e potrebbe, come sostengono molti poliamorosi, rispondere alla necessità di non caricare una sola persona del dovere di rispondere a tutte le proprie necessità:

  • relazionali,
  • intime,
  • affettive e
  • sessuali.
Nuove forme di relazione: Polisessualità e pansessualità?

Nel caso della polisessualità e pansessualità, ci troviamo a parlare più semplicemente di due modalità di orientamento sessuale.

Nella polisessualità l’individuo è attratto da molti (Poli=molti) tipi di persone, ma non da tutti (esempio di un uomo attratto: dalle donne, dagli uomini vestiti da donna e dai transessuali che da uomo divengono donna).

Per questo la polisessualità richiede sempre di specificare, in caso si debba capire meglio, quali sono le categorie che rientrano nel “Poli”.

Nel caso della pansessualità (Pan=tutto) l’individuo è attratto potenzialmente da qualsiasi tipologia di persona, indipendentemente dalle sue caratteristiche.

L’emergere di queste nuove forme di relazione può favorire una certa diffidenza.

Occorre sempre considerare che in ogni caso, in presenza di persone in grado di esprimere liberamente la propria volontà, il parametro del reciproco consenso rappresenta il più importante elemento di valutazione.

Marco Silvaggi

Tempo di lettura: 1’10”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.