Cosa significa bruxismo?

0
110077

Se ne sente molto parlare, ma cosa significa bruxismo?

Il bruxismo è una condizione nella quale si digrignano i denti involontariamente, sfregando l’arcata superiore contro quella inferiore o stringendo con una certa forza le mascelle. Si tratta di una condizione abbastanza frequente, che, a lungo andare, può danneggiare seriamente i denti.

I sintomi

Nella maggior parte dei casi questo disturbo colpisce durante il sonno e quindi accorgersene è particolarmente difficile.

Al risveglio, tra i sintomi che devono far pensare di aver digrignato i denti, vi sono:

  • denti indolenziti;
  • dolore alla mandibola;
  • mal di testa;
  • dolore alla cervicale;
  • dolore alle orecchie;
  • usura dei denti;
  • aumento della sensibilità dentale.

Talvolta il bruxismo può essere così rumoroso che ad accorgersi per primo della condizione è il partner durante il sonno.

Le cause

Diverse sono le cause che stanno alla base del bruxismo. Le più comuni sono:  ansia; stress; malformazioni della mandibola; disallineamento delle arcate dentarie (malocclusione); difetti di postura; malattie neurodegenerative.

La diagnosi

Per la diagnosi di bruxismo è sufficiente una visita dal dentista, che ispezionerà la salute dei denti verificando l’usura, le lesioni, la sensibilità dei muscoli della mascella.

Il dentista può richiedere altri esami, quali:

  • radiografia ortopanoramica, per evidenziare eventuali problemi di malocclusione;
  • polisonnografia, un esame specialistico eseguito da un esperto di Medicina e Igiene del sonno per verificare l’andamento del risposo notturno.

Le terapie

Il trattamento del bruxismo è finalizzato a proteggere i denti, ma anche la qualità della vita e del riposo.

In particolare, si può intervenire con l’uso di un bite, un paradenti da indossare durante la notte per proteggere i denti ed alleviare la tensione articolare e muscolare. Può essere necessario ricorrere a cure dentali, per la correzione della malocclusione, per riallineare la mandibola e per ridurre i punti di contatto anomali tra i denti.

Si possono poi adottare tecniche di rilassamento per alleviare lo stress. In alcuni casi, può essere necessario l’uso di psicoterapia per contrastare i problemi emotivi alla base del disturbo.

Infine, evitare alcol, fumo e caffè la sera, avere dei ritmi più rilassati e dormire bene sono tutte abitudini che aiutano ad allentare la tensione sui muscoli masticatori e il loro sovra affaticamento.

Redazione Men’s Life

Tempo di lettura: 1’20”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.