Il portiere di calcio: un ruolo a metà fra lo sport individuale e lo sport di squadra

22976
Scarica il podcast dell'articolo

di Emanuele Aiuto

Se è vero che nel gioco del calcio è necessario segnare un goal più dell’avversario e/o subirne uno di meno, si capisce una delle massime del calcio che fu: per vincere la partita basta un portiere che para e un centravanti che segna.

Ma, come abbiamo visto, il calcio è uno sport in continua evoluzione, e con esso cambia anche l’interpretazione del ruolo del portiere.

Il portiere riveste un ruolo fondamentale: è il giocatore che ha l’obiettivo di difendere la porta della propria squadra.

Per questo all’inizio il “numero 1“ era solo il guardiano della porta (il goalkeeper), stazionava sempre a pochi centimetri dalla riga e la sua unica preoccupazione era intercettare le conclusioni verso la rete e una volta in possesso della sfera rilanciarla il più lontano possibile con un bel rinvio di piede.

Insomma il portiere passava il tempo appoggiato al palo come se fosse in attesa del tram, intervenendo nel gioco solo lo stretto necessario, quasi che la partita lo riguardasse marginalmente.

Oggi però non si tratta semplicemente di tuffarsi e parare.

Il primo cambiamento avvenne negli anni 50 con il calcio totale della Grande Ungheria di Puskas e, meno noto, di Gyula Grosics, il primo portiere-libero che si ricordi.

La squadra controllava il gioco e si spingeva all’attacco più di ogni altra, e lui avanzava seguendo il movimento dei compagni e provava a fermare i contropiede avversari.

Il portiere di calcio diventa un “calciatore”

Il balzo definitivo si ebbe nel 1992, quando fu abolita la possibilità per il portiere di prendere il pallone con le mani sul retropassaggio di un compagno di squadra.

Di necessità virtù.

Gli estremi difensori, che dei piedi non sapevano cosa farsene, furono sostituiti da portieri sempre più in grado di giocare il pallone anche con i piedi.

Poi, col diffondersi del gioco “a zona”, il portiere assunse quasi il ruolo del libero, dovendo anticipare anche al di fuori dell’area di rigore l’avversario usando i piedi.

Da qui la necessità di saper leggere le situazioni di gioco, e soprattutto saper prevedere la sua evoluzione e di guidare i propri compagni, per non perdere il miglior assetto difensivo.

Non solo.

Al portiere si chiede di essere è il primo giocatore alla base della costruzione del gioco.

Per farlo deve conoscere gli schemi di gioco della propria squadra e possibilmente di quella avversaria, in modo da poter prendere decisioni ottimali velocemente.

L’allenamento a tutto campo del portiere di calcio

Prima era il mister o il suo vice ad occuparsi del suo allenamento.

Oggi è necessario un allenamento sviluppato da un preparatore specifico, ormai inserito negli organi tecnici delle società di calcio professionistiche.

L’estremo difensore lavora da solo, allenando forza, destrezza, agilità e coordinazione, addestrandosi a tuffarsi e a parare i tiri da varie distanze e angolazioni.

Si punta molto sul numero delle ripetizioni, per acquisire i movimenti corretti.

Si passa poi al suo inserimento nel gruppo, in modo che possa partecipare al gioco di squadra sia in fase di attacco che di difesa, con il risultato che attualmente il portiere gestisce il pallone con i piedi nel 64% dei casi.

La presenza di un preparatore ad hoc può dunque rilevarsi di primaria importanza, per gestire anche le sensazioni, le preoccupazioni o le paure a cui va incontro il portiere che si appresta ad affrontare una partita.

Dunque, oggi il portiere oltre ad essere considerato l’ultimo baluardo difensivo, è anche il primo attaccante e in alcuni schemi tattici assume un ruolo importante nella fase di costruzione della manovra.

Come tale deve avere doti di leadership al di sopra della media.

Ma, nonostante tutti i bei discorsi, anche nel calcio moderno il portiere gioca con gli altri ma perde da solo.

Emanuele Aiuto

Tempo di lettura: 2’00”

Foto tratta da: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/storie/02-01-2021/buffon-miglior-portiere-sempre-sondaggio-3902153908774/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.