Navigare dopo il coronavirus: destinazione Sardegna

0
14096

di Pierfrancesco Pierangelini

Finalmente si può tornare a navigare anche su lunghe tratte e in regioni diverse. Dovevamo trasferire una barca a Cagliari e abbiamo aspettato che si chiarisse la situazione anche in Sardegna, che aveva inizialmente posto limitazioni; quindi siamo partiti in mattinata dal porto di Ostia con due barche rotta: verso costa orientale.

Il vento, inizialmente scarso, si è presto disposto favorevolmente sia come intensità che direzione, consentendoci una rotta (240°) che ci portava al Golfo di Orosei.

Siamo stati veramente fortunati, il vento non è mai scemato, neanche di notte, mantenendosi costante in direzione e con intensità media di 13-14 nodi permettendoci di superare, spesso, i 6 nodi di velocità; unico neo la notte buia senza luna.

La mattina seguente siamo arrivati in vista della costa, il vento è calato ma comunque siamo giunti nel primo pomeriggio al porto di S. Maria Navarrese.

Destinazione Sardegna: S.Maria Navarrese

E’ una località della costa occidentale della Sardegna con belle spiagge nei dintorni e un grazioso paesino molto pulito, ordinato e non troppo turistico.

Il porto è piccolo ma ben organizzato con tutti i servizi. Per quanto riguarda le formalità ci aspettavamo più controlli, è bastato compilare un modulo con tutti i dati relativi alle persone imbarcate con la relativa temperatura corporea.

Il giorno seguente ci siamo avviati verso sud, vento debole da nord est, e abbiamo navigato a vela motore destinazione Villasimius.

A metà strada ci siamo fermati per una sosta e un bagno nella bella e, al momento, semi deserta spiaggia di Murtas.

Abbiamo poi proseguito costeggiando la famosa Costa Rei, superando Capo Carbonara e l’Isola dei Cavoli e arrivando a destinazione in serata.

Destinazione Sardegna: Villasimius

E’ una località molto famosa e frequentatissima d’estate, con bellissime acque e spiagge. Il porto è ben attrezzato (unico neo le docce a pagamento) e in questo periodo era semi deserto mentre in estate è sempre pieno, comunque la baia di fronte si presta bene all’ormeggio tranne se soffiano venti da sud.

Il ristorante della marina, molto elegante e con una bella terrazza sul porto, aveva aperto da pochi giorni e ci siamo gustati dell’ottimo pesce al forno.

Destinazione Sardegna:: Verso Cagliari

Il giorno seguente ci siamo avviati con un buon vento da est che ci ha consentito di navigare velocemente a vela. Ci siamo fermati per un bagno nella famosa spiaggia di Mari Pintau, dove il fondo è di sassi e ciottoli con acque cristalline che diventa sabbia bianca e finissima.

Il nome deriva dal fatto che il sole riflettendosi sui sassi dona riflessi colorati e diversi al mare.

Dopo pranzo siamo ripartiti e, come spesso accade in questa zona, il vento è rinforzato sino a 25 nodi, abbiamo dovuto ridurre le vele, ma questo ci ha consentito una divertente e veloce veleggiata arrivando presto a Cagliari (Marina di S.Elmo).

La città di Cagliari è ricca di molte cose da vedere e, soprattutto, di buon pesce da mangiare.

Pierfrancesco Pierangelini

Tempo di lettura: 1’30”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.