Perenne stanchezza? Potrebbe dipendere dalla tiroide

0
37689

Se in questo periodo ti senti particolarmente stanco e non ne capisci il motivo, probabilmente è il caso di parlarne col medico. Un’eccessiva e immotivata stanchezza, infatti, potrebbe dipendere dalla tiroide.

I sintomi dei disturbi della tiroide sono comuni a molte patologie. Per questo, è talvolta difficile individuare se un problema è causato da una disfunzione tiroidea. Ciò accade anche nel caso di un’eccessiva stanchezza, un sintomo molto comune che può nascondere un problema alla tiroide.

Perché la mia stanchezza potrebbe dipendere dalla tiroide?

Stanchezza e perdita di forza muscolare possono nascondere un cattivo funzionamento della tiroide.

Questi sintomi, infatti, sono presenti quasi sempre in chi soffre di ipotiroidismo.  Questa condizione si verifica quando la tiroide “lavora poco”, ossia non produce una quantità sufficiente di ormoni T3 e T4 (a loro volta regolati dal TSH, ormone prodotto dall’ipofisi).

In percentuale inferiore, la stanchezza si manifesta anche nei soggetti che soffrono di ipertiroidismo, una condizione che si verifica quando la tiroide funziona più del dovuto.

Se un’eccessiva stanchezza può dipendere dalla tiroide, ci sono anche altri sintomi comuni che possono celare patologie tiroidee. 

Alterazioni del peso.

Gli ormoni tiroidei influenzano il metabolismo di grassi e carboidrati e, dunque, il peso corporeo. In situazioni di ipotiroidismo, si verifica in molti casi un aumento di peso. Chi soffre di ipertiroidismo, invece, può andare incontro a un sensibile dimagrimento.

Intolleranza al freddo e al caldo.

La tiroide è importante per regolazione della temperatura corporea. I soggetti colpiti da ipotiroidismo possono essere intolleranti al freddo, mentre, viceversa, gli ipertiroidei possono presentare un’elevata sensibilità al caldo.

Diarrea o stitichezza.

Gli ormoni tiroidei svolgono un’azione stimolante sulla muscolatura intestinale. Tra i sintomi dell’ipotiroidismo c’è la diarrea, mentre in chi soffre di ipertiroidismo può presentarsi stitichezza.

Disturbi del sonno e alterazioni dell’umore.

L’ipotiroidismo è spesso associato a disturbi della memoria, sonnolenza, difficoltà di concentrazione. Nell’ipertiroidismo, invece, sono frequenti insonnia, nervosismo e sbalzi di umore.

Perché è importante diagnosticare le patologie della tiroide?

Diagnosticare tempestivamente le patologie tiroidee è importante perché questa ghiandola, come abbiamo visto, svolge un ruolo fondamentale in moltissimi processi fisiologici. Un suo cattivo funzionamento può avere ripercussioni fortemente negative su tutto l’organismo.

Cosa fare?

Anche in presenza di sintomi comuni è sempre importante rivolgersi al medico di fiducia. In genere la diagnosi si effettua con una visita specifica di un endocrinologo, che prevede anche la palpazione della ghiandola, un prelievo di sangue, che misura i livelli di ormoni tiroidei nel sangue, e un’ecografia, che esamina la morfologia e la dimensione della tiroide.

Per un approfondimento:

Fondazione Serono

Tiroide.com

Redazione Salute

 Articolo realizzato con un grant educazionale incondizionato di MERCK

Tempo di lettura: 1’10”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.