Allergia primaverile o raffreddore virale?

41153
Scarica il podcast dell'articolo

di Alberto Aiuto

Primavera 2020. Da che mondo è mondo, è la stagione dei fiori e …. dei raffreddori. Le giornate si allungano. Il clima è sempre più mite. Mi piacerebbe trascorrere tante ore all’aperto, purtroppo siamo in pieno lockdown.

Avverto un lieve malessere generale, gola irritata accompagnata da una sensazione di disagio nel naso. Strano. Ho rispettato scrupolosamente le regole (isolamento, mascherina, distanziamento, etc).

Apparentemente è il solito raffreddore: il fastidio alla gola non passa nemmeno con le solite pastiglie che uso abitualmente.

Questo deve essere un supervirus, ma dopo i canonici 5 giorni, il raffreddore non accenna a migliorare, anzi.

Il naso continua a colare, gli occhi sono arrossati e lacrimano abbondantemente. Vuoi vedere che è un’allergia da polline, anche se non ne ho mai sofferto?

Ogni anno, il numero di pazienti allergici cresce.

In Italia, circa il 20% (12 milioni) è affetto da rinite allergica, provocata da pollini, acari della polvere o peli di animali come cani e gatti.

Dopo un paio d’anni con le mascherine, la tendenza delle allergie è in crescita anche perché il nostro organismo si è in qualche modo disabituato.

Allergici non si nasce, ci si diventa dopo essersi esposti, nel corso della vita, a sostanze che possono indurre un’allergia (gli allergeni).

Possono dunque insorgere anche in età avanzata. Dunque le allergie non sono causate da virus, come il raffreddore. Sono dovute ad una ipersensibilità del sistema immunitario a sostanze normalmente innocue.

Sono caratterizzate da una risposta infiammatoria, locale o sistemica, agli allergeni.

Il meccanismo della reazione allergica prevede il rilascio di sostanze infiammatorie come l’istamina, ad azione vasodilatatoria, ipotensiva e permeabilizzante, utili a facilitare il passaggio delle sostanze capaci di limitare e/o riparare il danno.

Caratteristiche principali sono la specificità (la malattia si manifesta esclusivamente in presenza dello specifico allergene) e la velocità (dal momento del contatto con la sostanza allergizzante al momento della manifestazione dei sintomi intercorrono mediamente 15 minuti).

Il raffreddore virale prevede un periodo di incubazione (i sintomi compaiono dopo almeno due giorni).

Il raffreddore dura in media 5-7 giorni, mentre quello da allergia è legato al tempo di contatto con l’allergene.

Se siamo allergici ai pollini delle graminacee i sintomi da raffreddore possono durare vari mesi.

Nel caso di allergia, la secrezione nasale è trasparente e acquoso (un tempo si diceva: “bagna ma non sporca il fazzoletto”); nel raffreddore, il muco più denso e giallastro tende a provocare una congestione nasale.

Allergia primaverile. Il trattamento

Nei casi più semplici, si possono mitigare i sintomi assumendo farmaci antistaminici, decongestionanti e corticosteroidi nasali.

In particolare i farmaci antistaminici (specie quelli di ultima generazione), che bloccano l’istamina, possono aiutare con sintomi quali il prurito, starnuti e naso che cola.

Possono essere somministrati anche per periodi molto lunghi senza problemi e senza il rischio di sonnolenza.

Per alleviare una congestione nasale prolungata, è opportuno utilizzare dei decongestionanti, da associare eventualmente con uno spray nasale a base di cortisone (senza gli effetti collaterali del cortisone preso per bocca).

Nelle allergie più gravi, i cui sintomi perdurano per periodi di tempo più lunghi e con maggiori effetti, è possibile effettuare una immunoterapia personalizzata in modo da permettere al paziente di perdere gradualmente la sensibilizzazione verso i pollini, così da non avere più bisogno di prendere farmaci.

“Conosci te stesso”, diceva Socrate. Anche in questo caso, ciascuno di noi dovrebbe avere un quadro complessivo, possibilmente dettagliato, da riferire al medico, evitando la tentazione di essere medico di se stesso.

  1. Effettivamente era una forma allergica, risolta con l’assunzione di un comune antistaminico, prescritto dal medico.

Parole chiave: allergia primaverile, raffreddore virale, allergeni, istamina, rinite allergica, polline, acari, immunoterapia personalizzata, antistaminici, decongestionante nasale

Alberto Aiuto

Tempo di lettura: 2’00”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.