CHE FATICA CAMBIARE!

40531

Molte ricerche ci dicono che circa il 90% delle persone ritiene necessario cambiare, però solamente il 22% attua cambiamenti volontariamente: perché questa differenza?

Le palestre, ad esempio, registrano un picco di iscrizioni e presenze a Gennaio e Settembre (per antonomasia i mesi delle ripartenze) e un drastico calo nei mesi successivi.

Perché succede questo? Perché cambiare è così impegnativo (ma non impossibile)?

IL NOSTRO CERVELLO E’ UN “PIGRONE”

Ebbene sì… il nostro cervello non vuole durare fatica più del necessario: vuole ottenere un risultato con il minimo sforzo possibile. Cosa c’è di meno faticoso se non un comportamento abitudinario?

Esempio: se per rilassarsi il nostro cervello è abituato ad “inviarci” l’impulso di accendere una sigaretta, così farà perché è per lui il modo più “economico” per ottenere il risultato del rilassamento.

Il cervello non ha quindi voglia di investire nel cambiamento: per “convincerlo” dobbiamo premiarlo e stimolarlo.

cambiarePREMI E MOTIVAZIONI FORTI

Proprio come quando educhiamo un cucciolo o insegniamo qualcosa ad un bambino, quello che dobbiamo fare è associare un piacere immediato all’applicazione della nuova abitudine. Se invece di accendere una sigaretta provo un altro metodo per rilassarmi, mi darò una piccola gratificazione che ricorderà al mio cervello il piacere associato al cambiamento.

Insieme al premio immediato, fondamentali sono le motivazioni di lungo periodo: sono sotto gli occhi di tutti gli esempi di persone che smettono di fumare se messe di fronte al rischio imminente di conseguenze irrimediabili sulla loro salute.

Trovare una motivazione forte è fondamentale per cementare il cambiamento e renderlo duraturo. Un consiglio: troviamo sempre motivazioni positive, verso cui orientarci (“voglio dimagrire per piacermi”), invece di motivazioni negative da cui sfuggire (“per non sentirmi a disagio”).

Il cambiamento è vita e la nostra capacità di cambiare è un dono che ci ha permesso di evolvere come genere umano: non sprechiamolo.

Nicola Fratiglioni

www.exeliscoaching.com

Tempo di lettura: 1’15”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.