Ho un “collega” al Governo: Daniele Franco

53667

Scarica il podcast dell’articolo

di Mudir

Qualche settimana fa un mio amico mi telefona e mi dice:

hai visto che combinano i Cuoini?”

Devo naturalmente spiegare che con “Cuoini” identifichiamo coloro che hanno frequentato il Master denominato “CUOA – Consorzio Universitario per gli studi di Organizzazione Aziendale”.

Sia io che questo mio amico, avevamo appunto frequentato il CUOA quando la scuola era ancora ubicata nel suggestivo Palazzetto Anselmi Casale (spero di ricordare bene) vicino a Porta Portello a Padova.

Visto il periodo delle nomine dei vari Ministri del Governo Draghi, con nonchalance gli chiedo:

“perché dici così?  Forse qualcuno dei nostri colleghi è stato nominato Ministro?”

E lui di rimando:

certamente! Il nostro collega Daniele Franco, non ti ricordi?”

Dopo numerosi anni, si cerca di recuperare nel cassetto dei ricordi quelle immagini e quegli episodi che possano fornirci qualche elemento per ricostruire il quadro della situazione, un puzzle più attendibile e completo possibile.

Abbiamo iniziato a scambiarci brandelli di ricordi che, l’uno sommato all’altro, alla fine hanno permesso una sufficiente ricostruzione.

Mi sono ricordato, ad esempio, di quel “gioco” che era stato organizzato dai professori e che era funzionale ad una “teoria dei gruppi”.

Il gioco tendeva a dimostrare che all’interno di un qualunque gruppo di persone, unite anche casualmente da un obiettivo comune, si sarebbero dovuti creare spontaneamente dei ruoli ben distinti e precisi:

  • Ci sarebbe stato colui che avrebbe voluto imporre il proprio punto di vista (il leader),
  • Un altro che avrebbe voluto criticare quel punto di vista proponendone uno proprio (il contro leader) e
  • ci sarebbe stato pure una persona che avrebbe saputo trovare le parole giuste, le avrebbe esposte con i toni appropriati in modo tale da arrivare ad una decisione condivisa (il mediatore).

Al termine della “rappresentazione”, l’analisi dell’accaduto avrebbe posto in rilievo che il vero leader era colui che era riuscito nell’intento di rendere accettabile una posizione unitaria e cioè il mediatore.

Ebbene durante quel frangente, il mediatore fu proprio Daniele Franco che, ai miei complimenti per la conduzione della complicata trattativa, mi spiegò che aveva anche seguito dei corsi di training autogeno per migliorare una certa predisposizione alle relazioni.

Durante quel magnifico periodo di studi, avevo preso l’abitudine di realizzare dei piccoli schizzi che volevano rappresentare i profili dei volti dei miei colleghi.

Vi voglio proporre quello del giovane e brillante studente Daniele!

Mudir

Tempo di lettura: 1’00’’

Foto tratta da: https://www.corriere.it/economia/finanza/21_febbraio_12/daniele-franco-ministro-dell-economia-ecco-chi-e-60ce787e-6d25-11eb-9243-a33dd4e4072e.shtml

Scarica il Podcast a cura di Fabrizio Varcasia:

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.