La cucina Libanese

46858
Scarica il podcast dell'articolo

di Manolo Rufini

Se il Libano è una delle nazioni più piccole al mondo, la cucina Libanese al contrario, è una delle più conosciute della terra.

I suoi ingredienti principali, i suoi sapori, miscugli e i suoi colori sono alla base di molte cucine del medio oriente e hanno contaminato anche la cucina occidentale.

Ciò che vi riporto di seguito è semplicemente tutto ciò che ho mangiato provato personalmente e apprezzato!

I piatti tradizionali della cucina Libanese

Le MEZZÈ sono un assortimento di piccole portate (ne esistono circa una quarantina) che si differenziano fra di loro per colori e sapori dati dai vari ingredienti, per lo più legumi e spezie. Sono serviti generalmente all’inizio di ogni pasto.

Pertanto quando vi sederete ad un ristorante di cucina Libanese e avrete in mano il menù, vi consiglio di non passare oltre la pagina “Mezzé” perchè vi perdereste una delle più sublimi esperienze culinarie medio Orientale.

Le DOLMADAKIA. 

Semplicemente degli involtini di foglia di vite farciti di riso. Un piatto tipico della cucina levantina e più in generale di tutte quelle aree comprese nell’ex-Impero ottomano (Balcani, Africa settentrionale e Medio Oriente), dell’Iran e dell’Asia Centrale. L’usanza di consumare cibi avvolti in foglie di vite era già presente presso gli antichi Greci.

A me hanno stregato!

La MANĀQĪSH B’ZAATAR. 

Definita la pizza della cucina libanese, è una focaccia sottile di forma rotonda, preparata con pasta di pane, insaporita con una miscela di spezie e farcita con vari ingredienti, come carne o formaggio.

Viene servita sia come a colazione che come spuntino o pasto principale. Lo zaatar o za’atar è proprio la miscela di spezie utilizzata, che include erbe aromatiche come maggiorana, timo e origano, a cui vengono aggiunti sesamo, finocchio e cumino.

Le TABOULE’ 

ormai diffuso in tutto il mondo e da non confondere con il cous cous, è insalata a base di Bulgur.

Questo grano duro spezzato viene impreziosito con tanto, ma tanto prezzemolo, cipollotti, menta fresca, pomodori e cetrioli tagliati piccolissimi tutto condito da un misto di limone e olio di oliva.

I piatti più conosciuti della cucina Libanese

La FATTOUSH

un’insalata con diversi vegetali, salsine e pezzi di khubz tostato (pane arabo leggerissimo). Gli HUMMUS. Un must della cucina Libanese. Ne scoprirete tante varianti a partire dal classico fatto con i ceci al Babaganoush alle melanzane, all’Hummus di barbabietola.

E poi i FALAFEL spacciati per propri da molti paesi del medio oriente ma che nascono in Libano.

Le nostre care polpettine di legumi speziate e fritte non vi stancheranno e saranno sicuramente sulla vostra tavola per tutto il viaggio.

Ne troverete di ogni tipo, tra i legumi più utilizzati le fave, i ceci e i fagioli tritati e conditi con sommacco, cipolla, aglio, cumino e coriandolo.

Fate attenzione a non ordinarne tanti perché sono delle palline piuttosto grandi, almeno il doppio di quelle che troviamo solitamente in Italia.

Il LABANEH

è un formaggio-yogurt di colore bianco, realizzato con latte di pecora, mucca o capra. Impreziosito da grani di pepe rosa, olio di oliva e spesso erbe aromatiche.

Buono, dal sapore forte ma buono!

Spesso lo troverete anche a colazione e devo dire che con la marmellata ha il suo perché! Il TOUM è una crema di aglio.

Appena conosciuta le stavamo tutti un po’ lontani, ma non appena assaggiata non te ne stacchi più! Un mix di di aglio, yogurt, patata e altri ingredienti che spengono il sapore forte dell’aglio e la fanno apprezzare per la sua delicatezza.

Come Dolce  vi propongo MAAMOUL, quello che più a me è piaciuto della cucina Libanese, ossia dei biscotti realizzati con base di semolino e diversi ripieni di frutta secca come noci, pistacchi, e datteri.

Manolo Rufini

Tempo di lettura: 2’30″

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.