Quanti ecosistemi ci sono in Perù?

40475
Scarica il podcast dell'articolo

Al mondo ci sono 103 ecosistemi, 84 di questi possono essere trovati in Perù.

Dalle Ande al deserto di Sechura, dalla foresta amazzonica alla valle dei vulcani, il Perù è il paese al mondo con la più grande varietà di diversità ambientale.

Ma partiamo dalle basi.

Il Perù si trova in Sud America nella costa pacifica, è lungo oltre 3000 chilometri (3 volte l’Italia) e ha circa 34 milioni di abitanti. La capitale è Lima.

Il Perù è famoso per essere stato la culla della cultura Inca e per avere, vicino la città di Cusco, una delle sette meraviglie del mondo: Machu Picchu.

Tutte queste premesse e le decine di video dei più famosi travel influencer hanno fatto si che il Perù fosse in cima alla mia bucketlist di paesi da visitare.

Quello che seguirà è il racconto del mio viaggio in Perù – Agosto 2023.

Il mio viaggio in Perù

Dopo mesi di pianificazione e dopo aver consumato le pagine della Lonely Planet, finalmente il momento della verità.

Quando si fanno viaggi di questo tipo, la paura di “sprecare” giorni in una località piuttosto che un’altra è tanta.

Ma purtroppo il tempo è limitato e delle decisioni vanno prese.

Quindi questo è il piano di viaggio: Lima, Cusco, Arequipa, Paracas, ritorno a Lima.

Si parte.

Arrivo a Lima e si inizia con l’esplorazione della città, per entrate nel mood peruano ed adattarsi al nuovo fuso (meno 7 ore).

Le prime giornate passano tra camminate infinite sul lungo mare di Miraflores e montagne di ceviche.

Neanche il tempo di rilassarsi ed è già l’ora di prendere un volo interno in direzione Cusco.

Il programma a Cusco è wild.

Giorno 1.

Valle sacra è visita dei siti archeologici di Chinchero, Ollantaytambo, Moray e un salto veloce alle Salinas.

Altitudine media di 3.200 metri.

 

 

 

 

Giorno 2.

Prima escursione del viaggio,  sveglia alle 4 per andare a vedere la Laguna Humantay (4.200 metri sopra il livello del mare)

 

 

 

 

 

Giorno 3.

Neanche il tempo di riprendersi, sveglia alle 2 di mattina in direzione Rainbow Mountain.

Wow. 5.200 metri sopra il livello del mare. Wow.

 

 

 

 

Giorno 4.

Tiriamo il fiato e dopo una comoda sveglia alle 7 e un’abbondante colazione ci facciamo portare prima a Pisac e poi a visitare il sito archeologico di Sacsaywamàn. Alle 17 di ritorno a Cusco, perchè è (finalmente) il momento del briefing per l’Inca Trail.

Per raccontarvi i 4 giorni di Inca Trail ci sarà un episodio dedicato, per il momento vi dico solo che è stata l’esperienza più bella del viaggio.

 

 

Giorno 9.

Meritato relax tra i musei di Cusco e ottimo pranzo al mercato centrale.

Dopo Cusco, il piano prevede di spostarci ad Arequipa, la seconda città più grande del Perù (2.300 metri sopra ill livello del mare).

Arequipa è una tappa obbligatoria, sia per la bellezza città in se, ma soprattutto per le escursioni che da qui si possono fare.

 

Da Arequipa partiamo alla scoperta della valle dei vulcani e del Colca Canyon con la speranza di vedere i Condor.

Tutto troppo bello.

Finito il capitolo di Arequipa, è il momento di spostarsi verso l’ultima tappa del nostro viaggio.

Si parte alla volta di Ica e Paracas.

Potevamo andarcene senza aver visto come si produce il Pisco?

Tranquilli, anche sul Pisco ci sarà un episodio dedicato.

Toccata e fuga nel deserto di Sechura e si torna a Lima per gli ultimi due giorni.

Mattinate passate a surfare e pomeriggi a provare i ristoranti che non avevamo provato nei primi giorni.

Ah.

Mi ero dimenticato di dirvi che nei primi giorni a Lima eravamo stati nel primo ristorante al mondo.

Sì, il primo ristorante al mondo è in Peru.

Ma questo ve lo racconto nel prossimo episodio.

Gianluca Bitelli

Tempo di lettura: 3’00”

Link: https://it.wikipedia.org/wiki/Perù

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.