Banane e potassio: sicuri che ne siano così ricche?

0
8430

Banane e potassio: sicuri che ne siano così ricche?

È ora di sfatare un falso mito su banane e potassio: sembra proprio che non siano l’alimento che ne contiene di più.

Il potassio è un minerale preziosissimo per il nostro benessere. Il nostro organismo non può produrlo autonomamente, per cui deve essere introdotto con la dieta. Ma sembra proprio che quello che abbiamo sempre pensato su banane e potassio non sia vero.

Ci sono alimenti che ne contengono quantità decisamente maggiori.

Prima di sfatare il falso mito su banane e potassio, facciamo un passo indietro: a cosa serve il potassio?

Nel sangue il potassio serve per assicurare alle cellule il giusto approvvigionamento di sostanze nutritive e per favorire l’eliminazione di sostanze tossiche.

Interviene nel controllo della pressione sanguigna, nel bilancio idrico, nella contrazione muscolare, nella trasmissione degli impulsi nervosi.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, gli adulti dovrebbero assumere ogni giorno almeno 3-5 g di potassio.

In condizione di carenza di potassio i sintomi più comuni sono la stanchezza, la riduzione dell’attenzione, l’ansia, la stitichezza.

Si può averne una carenza in seguito a problemi gastrointestinali, renali, abuso di farmaci diuretici, eccessiva sudorazione o regimi dietetici molto ristretti.

Banane e potassio, quanto ne contengono realmente?

In 100 g di banane sbucciate troviamo 350 mg di potassio. Ci sono altri frutti che, in 100 grammi, ne contengono di più, come:

  • datteri essiccati, 750 mg;
  • avocado, 450 mg;
  • kiwi, 400 mg.

Altro che banane e potassio: ecco i cibi che ne contengono realmente grandi quantità.

Ad avere il primato sono i legumi secchi.

Basti pensare che 100 grammi di fagioli contengono 1445 mg di potassio, 100 grammi di lenticchie 980 mg e la stessa quantità di ceci 881 mg.

Anche la frutta secca è un’ottima fonte di potassio.

A contenerne di più sono i pistacchi (972 mg per 100 g), le mandorle (780 mg per 100 g) e le arachidi (680 mg per 100 g).

Anche alcuni tipi di pesce contengono una grande quantità di potassio.  

100 grammi di stoccafisso ne contengono 1458 mg, 100 g di Vongole 628 mg e 100 g di Sgombro 400 mg.

E le verdure?

Ne sono più ricchi: gli spinaci (558 mg per 100 g); i cavolini di Bruxelles (450 mg per 100 g); le patate (420 mg per 100 g); i finocchi (394 mg per 100 g) e i pomodori (290 mg per 100 g).

Infine, saranno contenti gli amanti del cioccolato: 100 grammi di cioccolato fondente contengono ben 715 mg di potassio!

Fonte: Humanitas Salute

Foto tratta da: inran.it/dieta-della-banana/6857

Redazione Men’s Life

Tempo di lettura: 1’10”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.