Cusco e la cultura Inca

40776
Scarica il podcast dell'articolo

di Gianluca Bitelli

Cusco è il cuore pulsante del Perù.

Nessuna città, in Perù, racconta la storia di questo popolo e della sua cultura unica come Cusco.

La cultura Inca

Gli Inca sono stati una delle principali civiltà precolombiane.

Questa cultura si è sviluppata nell’altopiano andino, principalmente in Perù, tra il XII e il XVI secolo, costruendo un vastissimo impero.

Alcuni dicono che, nel suo momento di massima espansione, l’impero Inca sia arrivato fino all’isola di Pasqua e all’arcipelago della Polinesia.

La cultura Inca è una delle più affascinanti del mondo e le città, le strade e gli artefatti da loro costruiti ne sono la prova lampante.

La culla della civiltà Inca è senza dubbio Cusco

Cusco: la culla della cultura Inca

Un viaggio in Perù potrebbe iniziare e concludersi con Cusco.

Da questa città partono, a mio avviso, i tour e i trail più entusiasmanti del Perù.

Nel mio viaggio in Perù, Cusco è stata la città dove abbiamo passato la maggior parte del tempo.

Ecco alcune idee di itinerario.

Giorno 1

Partiamo con un tour tranquillo.

Tour della città a piedi, pranzo al mercato e visita al Tempio del sole (Coricancha).

 

 

Giorno 2

Iniziamo a camminare.
La giornata prevede la visita ai 5 siti archeologici più vicini alla città:

  1. Pisac
  2. Sacsayhuaman
  3. Qenqo
  4. Tambomachay
  5. Puka Pukar

Pisac il più suggestivo, mentre Sacsayhuaman (in foto) il più affascinante. Tutti questi siti archeologici possono essere visitati acquistando un singolo biglietto.

I tour non sono impegnativi e perfetti per adattarsi all’altitudine.

Giorno 3

La Valle sacra merita una giornata intera.
Questo è il tour che non si può perdere.
Chinchero. Forse il sito meno entusiasmante della giornata, ma è di passaggio per visitare le altre rovine ed incluso all’interno dello stesso biglietto degli altri siti.ì

Ollantaytambo. Nel cuore della valle sacra, è anche la città da cui parte anche il treno per Macchu Picchu.

Oltre al sito archeologico e al delizioso villaggio, potete anche visitare delle rovine di antichi granai dove gli Inca stoccavano il grano.

Moray. La copertina della Lonely Planet che ho divorato.

Posto magico e dalla storia unica. Qui gli Inca sperimentavano tecniche agricole e addomesticavano varietà vegetali.

A questo link puoi trovare la storia di Moray: https://www.instagram.com/reel/Cv4MNzorkXs/?utm_source=ig_web_copy_link&igshid=MzRlODBiNWFlZA==

Sulla via del ritorno, imperdibili sono le saline di Maras.

Tutti questi siti archeologici possono essere visitati acquistando un singolo biglietto (ad eccezione delle saline).

Anche questa giornata, è perfetta per acclimatarsi.

Giorno 4

L’escursione da fare in giornata, che non si può perdere, è la montagna arcobaleno.

Forse un po’ turistica, infatti consiglio di trovare un gruppo che parta molto presto al mattino, ma imperdibile.

Il trail prende la giornata intera è l’altitudine è veramente sfidante, ma lo spettacolo ripaga tutto.

 

 

Giorno 5

Un’altra escursione, molto bella, ma evitabile se avete poco tempo è la Laguna Humantay.

La consiglio se volete salire gradualmente di altitudine, senza passare direttamente ai 5.200 metri della montagna arcobaleno.

 

 

Giorno 6

Machu Picchu.

Che lo facciate in giornata partendo da Hierve el Agua o con l’Inca Trail.

Il Machu Picchu è uno di quei luoghi che ti toglie il fiato.

 

 

 

Nel prossimo episodio, vi racconterò del mio Inca Trail.

Nel frattempo, vi è venuta voglia di andare in Perù?

Gianluca Bitelli

Tempo di lettura: 3’45”

Link: https://it.wikipedia.org/wiki/Inca

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.