Quali sono i sintomi e le cause dell’ipertrofia prostatica benigna?

0
14144

Quali sono i sintomi e le cause dell’ipertrofia prostatica benigna?

Ecco quali sono i sintomi e le cause dell’ipertrofia prostatica benigna (anche detta “prostata ingrossata”). 

L’ipertrofia prostatica benigna è una patologia molto frequente negli uomini con più di 50 anni.

Consiste nell’aumento del volume della prostata, la ghiandola sotto la vescica che produce parte del liquido seminale.

Anche se si tratta di una condizione benigna (ad oggi, non ci sono dati che la collegano al tumore della prostata), l’ipertrofia prostatica può provocare fastidiosi sintomi.

Quali sono i sintomi e le cause dell’ipertrofia prostatica benigna?

Se dobbiamo annaffiare le piante con la pompa da giardino, ma inavvertitamente pestiamo il tubo, l’acqua scorrerà con difficoltà, in maniera intermittente o non uscirà affatto se il tubo sarà completamente schiacciato.

Allo stesso modo funziona il meccanismo dell’emissione delle urine: se l’uretra (il tubo per annaffiare) è compressa da un ostacolo (la prostata ingrossata), l’urina uscirà con difficoltà e si avranno dei disturbi urinari anche molto antipatici perché potrebbero limitare le attività quotidiane.

Come, ad esempio, recarsi in luoghi pubblici solo se muniti di bagni e evitare luoghi in cui si sa di dover stare per troppo tempo in un posto fisso come il cinema o il teatro.

I sintomi dell’ipertrofia prostatica sono:
  • difficoltà a iniziare a urinare;
  • getto urinario ridotto o intermittente;
  • bisogno improvviso di urinare (nei casi gravi incontinenza);
  • bisogno frequente di urinare, anche di notte;
  • possibile presenza di sangue nelle urine;
  • sensazione di non aver svuotato tutta la vescica;
  • blocco urinario e ritenzione acuta di urina nei casi gravi, con accumulo dell’urina nella vescica e rischio di infezioni, calcoli e malattie del rene.
Sulle cause dell’ipertrofia prostatica benigna c’è ancora incertezza.

Le cause dell’ipertrofia prostatica benigna non sono determinate con precisione e non si conosce ancora bene cosa provochi l’ingrossamento della prostata.

Però ci sono delle circostanze particolari legate all’età, agli ormoni e ad altri fattori che possono aumentare la probabilità che, col passare dell’età, la prostata aumenti il suo volume scatenando i sintomi urinari.

Sapendo che aumentano il rischio di sviluppare la malattia, alcune di queste condizioni sono da evitare il più possibile (prevenzione), quando possibile ovviamente (l’età purtroppo non si previene).

Questi sono i sintomi e le cause dell’ipertrofia prostatica, ma quali sono i fattori di rischio?

I fattori di rischio per ipertrofia prostatica benigna sono:

  • età: il 33% degli uomini dopo i 60 e il 50% dopo gli 80 anni ha disturbi urinari legati alla malattia;
  • infiammazioni croniche della prostata (prostatiti): le infiammazioni della ghiandola di lunga durata possono precedere di molto l’ipertrofia prostatica, per cui è possibile agire su queste in modo precoce;
  • disturbi autoimmuni;
  • squilibri ormonali: il testosterone è coinvolto nell’andropausa e nell’ingrossamento della prostata;
  • sindrome metabolica e malattie cardiovascolari: gli uomini con ipertensione, aumento del colesterolo, sovrappeso/obesità, diabete e pregresso infarto hanno una probabilità maggiore di avere l’ipertrofia prostatica rispetto a chi abbraccia uno stile di vita sano.

Fonti

Istituto Superiore di Sanità – ISS – https://www.issalute.it/index.php/la-salute-dalla-a-alla-z-menu/i/ipertrofia-prostatica

Fondazione Umberto Veronesi – https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/oncologia/linfezione-e-il-nemico-da-combattere-per-una-prostata-in-salute

Humanitas Research Hospital https://www.humanitas.it/enciclopedia/integratori-alimentari/serenoa-repens

Dott.ssa Roberta Kayed

Tempo di lettura: 1’00

Foto tratta da: https://www.corrierenazionale.it/2019/07/31/ipertrofia-prostatica-benigna-colpiti-6-milioni-italiani/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.