La dieta Mediterranea

0
14900

di Gianluca Bitelli

In un periodo storico in cui impazzano diete di tutti i tipi con discutibili effetti per la nostra salute, per noi italiani la cosa più semplice da fare sarebbe guardare ciò che abbiamo intorno: il Mediterraneo e la dieta mediterranea.

Parliamo per un secondo di cosa rappresenta il Mediterraneo.

Il Mediterraneo, ieri culla di culture e affaccio sul resto del mondo, oggi terra di conflitto e di confini.

Il paradosso di un mare, che per secoli è stato elemento centrale nella nostra cultura, definendoci e contenendoci, da cui oggi scappiamo e ci difendiamo.

Il Mediterraneo oggi è un luogo taboo a cui si guarda con diffidenza e paura e con cui è sempre più difficile identificarsi.

Oggi però non voglio parlarvi del Mediterraneo in chiave politica ed economica, ma dell’aspetto del mediteranno che più ci rappresenta e a cui spesso diamo meno importanza.

Il Mediterraneo come immenso patrimonio gastronomico che ci ha permesso di sviluppare la nostra unica dieta Mediterranea:

  • Olio d’oliva, pane,
  • pesce,
  • vino,
  • legumi,
  • cereali,
  • frutta e
  • verdure.

Freschissimi, profumatissimi e presentissimi per 12 mesi all’anno.

Una risorsa incredibile che ci accomuna tutti dall’Italia alla Spagna, dal Libano alla Grecia, dal Marocco alla Turchia, e che negli anni ha definito la dieta mediterranea.

Il Mediterraneo senza che nessuno glielo chiedesse, ci ha regalato una delle diete più complete e bilanciate al mondo in cui la varietà la fa da padrone e dove il segreto sta nell’equilibrio.

In un periodo storico in cui il cibo che finisce sulle nostre tavole ha perso il suo contatto con la terra; mode, calorie e slogan valgono molto di più di origine e stagionalità.

Il Mediterraneo ci ricorda la bellezza dell’attesa e la perfezione della natura.

Con la dieta mediterranea non si corre mai il rischio di andare in carenza di vitamine o di non mangiare abbastanza fibre.

Nessun integratore, nessuna barretta proteica e niente pasticche di omega tre.

Se ricordate qualche mese il report del Eat-Lancet  già ci aveva fatto notare come quello che gli esperti considerano la miglior dieta possibile, tanto non si differenziava da quella mediterranea.

Uscite di casa e riscoprite la dieta mediterranea.

Andate dal fruttivendolo, in pescheria e dal macellaio ed imparate ad amare questo meraviglioso lembo di mare per cui i nostri antenati erano pronti a morire.

Il Mediterraneo è buono, sostenibile e ci fa anche bene. Torniamo a mangiare il Mediterraneo e ad appassionarci a questo meraviglioso mare.

Impariamo dal Mediterraneo e torniamo a mangiare bene.

Gianluca Bitelli

Tempo di lettura: 1’00”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.