Anche tu credi alle bufale del fitness?

40262

Sono tanti i falsi miti che gravitano intorno a questo mondo. Ecco quali sono le bufale del fitness più diffuse e come allenarsi correttamente.

“Gli esercizi isolati non servono”, “Più peso sollevi e più sviluppi muscoli”: sono solo alcune delle bufale del fitness alle quali ancora molti di noi credono. Sfatiamo i 6 falsi miti più diffusi.

1- “Se sono indolenzito, vuol dire che ho lavorato bene”

Non dimentichiamo che il dolore, oltre a segnalare sollecitazione muscolare, indica anche un danno da riparare. Un muscolo danneggiato crescerà lentamente. Un workout efficace significa aumentare gradualmente la difficoltà degli esercizi eseguiti senza provocarsi eccessivo indolenzimento.

2- “Velocità o resistenza? Questione di genetica”

Esistono due tipi di fibre muscolari: a contrazione lenta (sostengono uno sforzo muscolare prolungato, come durante una maratona) e veloce (danno lo sprint per affrontare uno scatto breve). La genetica non determina una percentuale maggiore di un tipo di fibra piuttosto che dell’altro, una persona sedentaria avrà il 50% di entrambe. L’ideale sarebbe sviluppare entrambi i tipi, con esercizi mirati.

3- “Ieri sera ho mangiato troppo, oggi dovrò allenarmi di più!”

In realtà, l’esercizio brucia le calorie ma l’organismo ha un limite oltre il quale smette di farlo, per cui se insisti con l’allenamento metterà in stand by alcune funzioni (come lo sviluppo muscolare). La soluzione è includere uno strappo alla dieta all’interno di una pianificazione settimanale equilibrata, allenandoti in maniera costante.

4- Bufale del fitness: “Gli esercizi isolati non servono”

Alcuni personal trainer sconsigliano esercizi in cui viene sollecitato un muscolo singolo. Ci sono studi che invece dimostrano l’utilità di sollecitare un singolo muscolo, a condizione che l’esercizio sia ben fatto.

5- “Più peso sollevi e più sviluppi muscoli”

Gli studi dimostrano il contrario. Alcuni scienziati hanno confrontato l’allenamento di due gruppi, il primo sollevava pesi elevati con un numero ripetizioni da 7 a 10, il secondo sollevava pesi inferiori ma eseguiva un numero di ripetizioni da 21 a 36. Alla fine, la crescita muscolare era simile. Una strategia efficace è dunque variare il numero delle ripetizioni ogni due settimane: parti con 12-15 ripetizioni per serie, poi passa a 8-10 e infine a 4-6.

6- Bufale del fitness “Dopo l’allenamento hai solo 30 minuti per assumere proteine”

Sicuramente i muscoli hanno bisogno di proteine per svilupparsi. Tuttavia, non c’è fretta di assumerle: secondo uno studio, muscoli sono più recettivi alle proteine 3-4 ore prima e dopo l’allenamento. L’assunzione deve essere ripartita in 3-5 spuntini quotidiani, di cui uno dopo il work out.

Redazione Men’s Life

Tempo di lettura: 1’00”

Fonte: Men’s Health

Foto tratta da: https://pixabay.com/it/photos/pesi-sollevamento-potere-maschio-664766/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.