Hai voluto la bicicletta? Ora previeni gli infortuni!

64843

Negli ultimi due anni gli infortuni in bicicletta sono cresciuti del 37%.

Quali accorgimenti possiamo usare per prevenirli? 

Il ciclismo è uno degli sport più praticati, che fa bene sia al corpo che alla mente.

In molte città del mondo, inoltre, la pandemia ha aumentato il numero di persone che usano la bici.

Tuttavia, secondo una ricerca del British Medical Journal, gli infortuni in bicicletta sono in aumento.

Le problematiche degli arti inferiori di chi pratica il ciclismo, infatti, sono aumentate del 37% negli ultimi due anni.

I pendolari che usano la bicicletta per il tragitto casa-lavoro addirittura hanno un rischio maggiore del 50% di infortunarsi, rispetto a chi usa mezzi alternativi.

Gli infortuni in bicicletta, i più frequenti.

Gli infortuni più comuni riguardano nel 42% dei casi il collo, nel 36% stiramenti inguinali, nel 31% alla schiena e nel 38% al cranio.

Infiammazioni delle articolazioni, tendinopatie, dolori lombari e sciatica sono dietro l’angolo per chi pratica ciclismo. Gli infortuni non colpiscono soltanto i meno esperti, visto che interessano il 36% di chi percorre 80 km a settimana.

Bisogna aggiungere che non tutti i ciclisti si proteggono adeguatamente e soltanto il 50,7% usa il casco.

Prevenire gli infortuni in bicicletta, le raccomandazioni degli esperti.

Ecco alcuni consigli degli esperti per evitare gli infortuni, utili sia per i “ciclisti della domenica” sia per chi pratica questo sport in maniera costante.

  • Sottoporsi a una scrupolosa visita medica: il ciclismo praticato sia per hobby che a livello agonistico non può prescindere da una condizione fisica adeguata;
  • Seguire una corretta alimentazione: una dieta controllata e bilanciata aiuta a prevenire gli infortuni;
  • Equipaggiarsi correttamente: bici della giusta misura, sellino posizionato correttamente e abbigliamento idoneo per scongiurare problematiche fisiche;
  • Indossare il casco protettivo: è fondamentale per proteggere il cranio in seguito a eventuali cadute;
  • Conoscere la segnaletica stradale: conoscere e soprattutto rispettarla sono di fondamentale importanza per proteggere la propria incolumità e quella degli altri;
  • Fare stretching: questi esercizi preparano muscoli ed articolazioni all’attività fisica, permettono di pedalare nel migliore dei modi e riducono il rischio di infortuni;
  • Controllare periodicamente la bicicletta: per la propria sicurezza è necessario che la bicicletta sia in perfetto stato, per questo si raccomanda di controllare la pressione delle gomme, pulire e oliare catena e cambio.
  • Idratarsi adeguatamente: una corretta idratazione è alla base dell’attività fisica, per cui è necessario reintegrare le scorte di acqua bevendo prima, durante e dopo la pedalata;
  • Essere consapevole dei propri limiti: i carichi di lavoro devono essere calibrati alla propria resistenza, vanno evitati stress eccessivi, ascoltando durante la pedalata i segnali del proprio corpo.

Fonte: Salute H24

Redazione Salute

Tempo di lettura: 1’00”

Credits immagine: pexels.com/it-it/foto/bicicletta-businessman-ciclista-motociclista-1843752/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.