Scopri come evitare il mal di schiena

0
11299

di Oscar Manzati

Questo è il primo di una serie di articoli sui dolori alla colonna vertebrale che sono una delle maggiori cause di malessere.

Si parlerà del mal di schiena comune, intendendo quei dolori che molte persone hanno da tanto tempo alla zona lombare o al collo e che nonostante abbiano fatto molte e differenti cure non hanno ottenuto i risultati desiderati, quindi che sono già stati inquadrati come lombalgie o cervicalgie da un medico o da uno specialista.

È importante ricordare che dietro a dolori del tutto simili a quelli della lombalgia si possono celare patologie di diversa natura non sempre da addurre alla colonna.

Questi articoli non si rivolgono agli operatori del settore; per questo sono stati scritti, in modo semplice e comprensibile.

In questi articoli troverete molte cose diverse da quelle che vi hanno detto fin ora, confrontatele e ragionate con la vostra testa.

Due cose sono fondamentali per chi si vuole liberare dei dolori della colonna vertebrale:
  • una è che si dovrà aver voglia di capire qual è il problema e
  • l’altra è che si partecipi attivamente alla cura.

Il mal di schiena/collo NON È UNA MALATTIA, è una alterazione meccanica.

Se non modificherete il funzionamento della vostra colonna, non migliorerete mai definitivamente.

Questi articoli, vogliono darvi le indicazioni per migliorare i vostri dolori.

Non c’è nessuna fretta, leggeteli con calma e riflettete.

Il primo concetto fondamentale da capire è che la colonna in alcuni punti può far male, perché si muove in modo non fisiologico e che, udite udite, il punto che vi fa male è spesso il punto che funziona bene, ma purtroppo funziona solo lui a tal punto da consumarsi e iniziare a dolere.

È come se andaste in giro con un auto con gli pneumatici fuori convergenza.

Consumerete gli pneumatici, che non sono la causa del problema ma l’effetto, cambiare i pneumatici non risolverà il problema e tra l’altro con la colonna non lo potete fare, avete solo un treno di gomme a disposizione.

Da qui capiamo che la principale cosa da fare per migliorare la colonna vertebrale sarà recuperare mobilità proprio dove questa l’ha persa e vedremo che spesso non è quello che si fa e se lo si fa, purtroppo si fa nella zona sbagliata.

Perché c’è sempre l’idea che dove c’è il dolore c’è il problema.

Se questo può valere per certi casi, molto spesso non vale per la colonna vertebrale.

Il primo concetto fondamentale:

Recuperare elasticità, mobilità è la strada per diminuire i dolori vertebrali.

Il che ci fa capire che, farmaci o cure mirate alla zona dolorante daranno ben magri raccolti.

Ma ci fa capire anche che dovremo investire del tempo.

Non potremo demandare ad altri il nostro miglioramento.

Se voglio migliorare una mia prestazione, dovrò mettermi in gioco e rimboccarmi le maniche.

Non vi verrà regalato nulla, la natura non regala nulla. A nessuno.

Oscar Manzati

Tempo di lettura: 1’30’’

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.