Hai messo in valigia i tuoi farmaci da viaggio?

40206

di Manolo Rufini

Quando si parla di farmaci da viaggio si entra in un discorso assolutamente ampio e delicato.

Diciamo subito che non è mai buono documentarsi solo su internet ma che è sempre opportuno confrontarsi prima con il proprio medico.

Fatta questa premessa, proviamo a scambiarci opinioni e semplici consigli.

Alcuni disturbi fisici che possono essere facilmente affrontati a casa, possono diventare delle vere e proprie problematiche quando si è in viaggio.

La nostra vacanza potrebbe essere compromessa anche solo da un semplice mal di pancia su cui non possiamo intervenire per mancanza di medicinali o, come spesso accade, per la poca familiarità con i farmaci locali.

La cosa migliore che possiamo fare è essere sempre preparati con una scorta minima ma essenziale di farmaci da viaggio.

In questo modo ci risparmieremo infinite seccature e potremo continuare serenamente la nostra vacanza.

Naturalmente sapere quali farmaci da viaggio portare con noi, non sostituirà mai l’importanza di avere una buona polizza assicurativa che serve sicuramente per cose un po’ più complesse di un mal di pancia, ma che è davvero indispensabile.

Prima di tutto Al di là della durata o tipo di viaggio, ogni viaggiatore deve assicurarsi di avere sempre una quantità sufficiente dei farmaci prescritti che assume solitamente nella propria quotidianità: trovare un sostituto del dosaggio esatto potrebbe essere davvero un incubo.

Nel nostro bagaglio a mano dovremmo portare almeno due giorni di valore di farmaci da viaggio, nel caso in cui come spesso accade, quello da stiva venisse smarrito.

Ed è consigliabile portare con noi anche una copia della prescrizione qualora dovessimo comprare il farmaco.

Quali farmaci da viaggio è consigliabile avere?

Un kit di farmaci da viaggio dipende da tante variabili: il tipo di viaggio, la destinazione, la durata e dal tipo di alloggio.

Ma ciò che non dovremmo mai dimenticare sono:

  • un antipiretico contro la febbre
  • un analgesico per eventuali dolori
  • un anti diarroico
  • un antibiotico a largo spettro d’azione
  • un antinfiammatorio
  • un prodotto repellente contro le zanzare ed altri insetti e un prodotto da applicare in caso di punture
  • una crema anti scottature
  • un antistaminico per allergie da contatto o alimentari e anche cortisone per allergie gravi
  • un collirio
  • cerotti, disinfettante e l’occorrente per una piccola medicazione
  • un termometro
  • una pomata contro ematomi e distorsioni

Possiamo viaggiare legalmente con i nostri farmaci da viaggio? 

Questo è un’altro punto importante del discorso.

Molti di noi non sono a conoscenza o sono confusi riguardo alle restrizioni che i paesi impongono all’importazione di farmaci da viaggio per uso personale.

E sfortunatamente, conoscere le normative internazionali non è un compito facile.

I paesi regolano in modo indipendente l’importazione di medicinali e molti non hanno linee guida chiare e pubblicamente disponibili.

Il lavoro di ricerca da fare quindi è abbastanza scrupoloso, ma sul sito nella NICB – Narcotic International Control Board c’è la lista con tutte le sostanze vietate in entrata ed uscita da ogni paese.

Ma quanti farmaci da viaggio possiamo portarci dietro?

Dipende. La quantità di farmaci da viaggio che possiamo portare con noi varia a seconda delle normative della nostra destinazione e dal tipo di sostanza con cui si viaggia.

In genere, i viaggiatori possono portare una scorta di farmaci da prescrizione per 30-90 giorni che non contengano una sostanza controllata.

I farmaci che contengono una sostanza controllata sono altamente regolamentati.

Che documentazione dobbiamo portare per giustificare i nostri farmaci da viaggio?

Per i farmaci generici da viaggio sopra indicati non occorre alcun documento. Al contrario invece, se si assumono solitamente dei farmaci personali legati a patologie dovremmo sempre avere almeno questi due documenti con una traduzione in inglese:

  • Una copia della tua ricetta originale
  • Una lettera del medico che includa i dettagli del farmaco (incluso il suo nome generico e di marca e il dosaggio), tutte le forniture mediche necessarie e la condizione da trattare.

In questo modo possiamo passare le dogane e anche vedere un medico o un farmacista durante il tuo viaggio se mai ne avessimo bisogno. 

Manolo Rufini

Tempo di Lettura: 2’00”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.