Ecografia, Tac e Risonanza Magnetica, l’importanza della diagnostica per immagini per la salute maschile

245236

Ecografia, Tac e Risonanza Magnetica sono tre importanti tecniche di diagnostica per immagini per la salute maschile, alleate della prevenzione. Ma quali sono le differenze? 

Diagnostica per immagini per la salute maschile – L’ecografia.

L’ecografia è un esame non invasivo che si effettua con la macchina ecografica ad ultrasuoni. Non prevede, quindi, l’emissione di radiazioni.

Nella prevenzione delle malattie dell’apparato riproduttivo maschile molto utilizzata è l’ecografia pelvica. Questo esame permette di analizzare vescica, retto, prostata, dotti deferenti e vescichette seminali. Comunemente, l’ecografia pelvica è utilizzata per valutare le patologie del tratto urinario, poiché riesce ad individuare anomalie o ostruzioni (come i calcoli). Viene utilizzata anche per individuare diversi tipi di infiammazione, oltre all’ipertrofia prostatica benigna.

Nel concreto, l’esame è eseguito tramite una sonda, appoggiata sulla parte bassa dell’addome, prima cosparsa con un gel trasparente. L’ecografia pelvica va eseguita a vescica piena. Per questo, bisogna bere almeno mezzo litro d’acqua da due ore prima dell’esame, e non urinare fino al completamento dell’esame.

Diagnostica per immagini per la salute maschile – la TAC

La TAC (Tomografia Assiale Computerizzata) è una tecnica di diagnostica che utilizza i raggi X. Fino a qualche anno fa, l’esecuzione della TAC prevedeva l’entrata del paziente disteso in una sorta di tunnel. Ciò poteva creare molti disagi a chi soffriva di claustrofobia. Per questo, le apparecchiature moderne sono aperte. Le immagini sono acquisite con tecnica spirale che sfrutta il movimento del tavolo e consente così di ottenere immagini tridimensionali.

Come strumento di diagnostica immagini per la salute maschile, la TAC è utilizzata in presenza di neoformazioni maligne o sospette maligne, per precisarne la natura e l’estensione.

In alcuni casi per eseguire la TAC è necessario la somministrazione per via endovenosa di un mezzo di contrasto, che agevola la visualizzazione di alcuni dettagli utili, come arterie, vene e linfonodi.

Risonanza Magnetica

La Risonanza Magnetica (RMN) è una tecnica che fornisce immagini dettagliate ad alta risoluzione del corpo umano. Ciò avviene utilizzando campi magnetici e onde radio, senza esporre il paziente a radiazioni.

La Risonanza Magnetica permette di visualizzare in modo minuzioso colonna vertebrale, cervello, articolazioni, muscoli, midollo spinale, nervi e  organi interni. Per questo è utilizzata per la diagnosi di una grande varietà di condizioni patologiche in campo traumatologico, oncologico, ortopedico, cardiologico e gastroenterologico.

Per eseguire l’esame il paziente deve distendersi su un lettino che viene fatto scorrere dentro un tubo chiuso a un estremo. E di restare fermo e rilassato per tutta la durata dell’esame. La scansione può richiedere molto tempo. Oggi è disponibile la risonanza magnetica aperta sui lati, che non circonda quindi completamente il paziente.

Redazione Men’s Life

Tempo di lettura: 1’20’’

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.