Emergenza Coronavirus: Gestire ansia e stress di adulti e bambini.

40420

Emergenza coronavirus: I consigli dell’OMS

Le nostre vite sono state scombussolate dalla grave emergenza che sta vivendo l’Italia e il mondo intero.

Emergenza coronavirus:

Come fare per non farsi prendere dal panico?

Ecco alcuni consigli, per ridurre l’ansia e gestire lo stress di adulti e bambini, che arrivano direttamente dall’OMS.

Tutti, chi più chi meno, ci sentiamo spaventati e disorientati.

La quarantena, ci impone di non frequentare quei luoghi dove eravamo soliti recarci.

Ci tiene lontani da genitori e dai parenti più anziani, mettendo a dura prova la maggior parte degli italiani.

E’ normale provare:

  • stress
  • tristezza,
  • confusione,
  • rabbia
Emergenza coronavirus:

L’OMS ha pubblicato alcuni consigli per superare al meglio questo momento:

Parla con le persone che ami e di cui ti fidi

Anche se non possiamo vederle e abbracciarle fisicamente, nulla ci vieta di sentire spesso i propri genitori, nonni, parenti, amici o qualsiasi persona ci infonda fiducia o con cui amiamo parlare. La tecnologia ci può dare una grande mano

Emergenza coronavirus:

Mantieni uno stile di vita sano

La noia potrebbe spingerci verso la dispensa o il frigorifero più spesso del necessario e magari a farci tentare da cibo non propriamente “sano”.

Potremo farci coinvolgere troppo dalle serie tv e passare sul divano o davanti a smartphone e tablet molto più tempo di quanto sia consigliabile.

Cerchiamo invece di mantenere uno stile di vita sano che comprende dieta corretta, giusto quantitativo di sonno ed esercizio fisico (vi potete allenare anche in casa).

No a fumo, alcool o droghe per gestire le emozioni

Evitiamo l’uso di fumo, alcool o droghe per gestire le emozioni del momento.

Nel caso non riuscissimo a gestire depressione, rabbia o altre emozioni negative, meglio parlare con il proprio medico o con un operatore sanitario specializzato.

Emergenza coronavirus:

Segui le notizie da fonti attendibili

E’ importantissimo informarsi solo da fonti attendibili come il sito dell’OMS.

Conoscere i fatti e raccogliere informazioni corrette è fondamentale per limitare il contagio.

Limita la visione di telegiornali e la lettura di notizie catastrofiche

Un conto è conoscere i fatti e le regole da seguire, un altro e farsi inglobare dalle tante, troppe notizie che girano intorno a questa situazione generando allarmismo.

Il consiglio dell’OMS è di limitare la preoccupazione e l’agitazione riducendo il tempo che si trascorre a seguire, in vario modo, la copertura mediatica sull’argomento.

Attingi alle abilità che hai usato in passato

Ricordare come siamo riusciti a superare esperienze passate negative, o ascoltare i racconti di chi le ha vissute, ci aiuterà a trovare la forza di sconfiggere anche il Coronavirus.

Prenditi cura dei bambini con empatia

Troviamo il modo più appropriato di spiegare la situazione ai bambini, ovviamente utilizzando le parole e i modi più giusti in base alla loro età.

I piccoli possono rispondere allo stress in diversi modi: essere arrabbiati, ansiosi, tornare a bagnare il letto, ecc.

Cerchiamo di essere empatici nei loro confronti, di ascoltarli di più e di dargli la giusta attenzione.

Crea opportunità di gioco e relax per i più piccoli

Ricorriamo alla nostra creatività cercando di trovare nuove opportunità di gioco e relax anche dentro casa.

I bambini hanno ora più che mai bisogno dell’amore e dell’attenzione degli adulti, che devono trasmettere loro sicurezza e amore.

Tieni i bambini il più possibile in famiglia

Anche se dobbiamo lavorare, per quanto possibile, dovremmo evitare la separazione dai bambini.

L’unione famigliare è importante e rassicurante per tutti.

In caso di separazione forzata (ad esempio per ricovero in ospedale) cerchiamo di garantire contatti regolari via telefono e rassicurare i più piccoli.

Continua a seguire routine e orari

Per i bambini, soprattutto quelli più piccoli, è importante seguire le solite routine e rispettare determinati orari per mangiare, dormire, ecc.

Cerchiamo di modificare le loro abitudini il meno possibile, oppure aiutarli a ritrovare una nuova routine a casa che includa momenti di studio e apprendimento oltre al gioco e al relax.

Spiega cosa sta accadendo

Anche i bambini hanno il diritto di sapere cosa sta succedendo e bisogna fornire loro informazioni chiare affinché si sentano partecipi di questa missione importante: bloccare il contagio del virus.

A seconda dell’età che hanno, si dovrebbe spiegare, in maniera rassicurante, cosa potrebbe accadere: ad esempio che un membro della famiglia potrebbe aver bisogno dell’aiuto dei medici e di un ospedale per poter guarire.

Esistono in rete anche dei video molto carini per spiegare, sdrammatizzando, la situazione.

Fonte OMS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.