Le bufale sul web – Partita la campagna di sensibilizzazione contro le fake news sulla salute

154520

Le bufale sul web – Partita la campagna di sensibilizzazione contro le fake news sulla salute

Nel III millennio qual è la prima cosa che facciamo quando abbiamo problemi di salute?

Da una indagine risulta che come prima cosa andiamo dal nostro medico di fiducia (53%), chiediamo al farmacista (32,2%) e cerchiamo informazioni sul web (28,4%).
Infine, il 69% degli italiani vorrebbe trovare sui siti web e sui social network informazioni certificate sulle piccole patologie e sui farmaci.

Questi dati rilevano un bisogno reale, con cui dobbiamo fare i conti visto che nel nostro paese ammontano a 8,8 milioni ogni anno le vittime di fake news in materia di salute, mentre sono 3,5 milioni i genitori che si sono imbattuti in indicazioni mediche sbagliate in rete. E non dovremmo stupirci considerato che solo nel 6% si tratta di siti affidabili, in quanto istituzionali.

Per questo motivo qualche settimana fa la Fnomceo ha lanciato il portale Dottore ma è vero che (https://dottoremaeveroche.it/), che intende essere un punto di riferimento per i cittadini, offrendo informazioni certificate da un ampio comitato scientifico e smontando le fake news che girano in rete.

E sempre per questo è online una campagna di sensibilizzazione legata a questi temi, sempre voluta dalla Federazione nazionale degli Ordine dei Medici Chirurghi e degli odontoiatri (https://portale.fnomceo.it/).

Il claim della campagna (che prevede manifesti shock) recita: “Diffidate delle “bufale” sul Web. Chiedere sempre al medico”.

La campagna non è, e non vuole essere, una crociata contro il web.

“Il web non è però solo foriero di cattiva informazione, è un nuovo strumento che può diventare fonte di empowerment per il paziente e leva di dialogo con il suo medico”. Così ha commentato il responsabile dell’Area Strategica della Comunicazione Fnomceo, Cosimo Nume. Al contrario. Sempre la Federazione infatti, grazie ad un altro progetto per la corretta informazione medica, Dottore, ma è vero che…? (https://dottoremaeveroche.it/), comunica ai cittadini le corrette informazioni sulla salute, con la garanzia dalle migliori evidenze scientifiche.

Filippo Anelli, Presidente Fnomce, dichiara che

il medico deve tornare al centro della relazione che il paziente ha con la propria salute. Occorre ricostruire quel rapporto di fiducia medico-paziente che è stato fortemente indebolito dall’aziendalizzazione della Sanità.

Ed aggiunge:

Abbiamo scelto una campagna shock perché vogliamo far comprendere i pericoli spesso sottovalutati cui il cittadino va incontro nel momento in cui si affida a fonti non autorevoli per decidere della propria salute.

Scarica i manifesti della campagna

https://portale.fnomceo.it/wp-content/uploads/2018/05/CARTELLI-FAKE-NEWS-2.pdf

Fonte: https://portale.fnomceo.it/una-bufala-ci-seppellira-ecco-i-manifesti/

Redazione Men’s Life

Tempo di lettura: 1’50”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.