La recrudescenza del COVID

40644

di Mudir

La recrudescenza del COVID

Nel precedente articolo “Cosa ci ha insegnato l’esperienza Covid  si può facilmente leggere che quanto sta succedendo era facilmente prevedibile, bastava appunto un po’ di buon senso.

A tutt’oggi, a distanza ormai di mesi dall’inizio della pandemia, trovo ancora che alcuni commenti nascondono delle idee non del tutto chiare.

E ciò anche da parte dei famosi esperti ai quali si ricorre per dichiarazioni che dovrebbero essere ormai semplici e di dominio comune.

Vorrei sottolineare una affermazione alla quale si ricorre spesso quando si assiste ad un incremento del numero dei positivi.

Si dice: sono stati effettuati più tamponi quindi si scoprono più positivi.

In matematica questa affermazione sottende una relazione lineare tra due aspetti: il numero di tamponi ed il numero di positivi.

In parole semplici, ponendo su un grafico cartesiano, il numero relativo ai tamponi effettuati ed il numero dei positivi rilevati, le due curve devono mostrare una correlazione.

Anche qualora i dati fossero riferiti a giorni diversi, la relazione continuerebbe a sussistere; solo la curva di uno dei due si troverebbe più spostata verso destra o verso sinistra.

Ebbene, se provate a trasferire su un grafico queste due curve, noterete che
NON ESISTE ALCUNA RELAZIONE.

La recrudescenza del COVID

Basta infatti ragionare un attimo e troveremmo che una plausibile interrelazione potrebbe sussistere solo se si effettuassero tamponi al 100% della popolazione (anche se in una area limitata) e poi si evidenziassero i positivi “catturati”.

I numeri dimostrano invece che non è questo il modo di agire; il numero dei tamponi può venire effettuato più di una volta sulla stessa persona o più semplicemente viene effettuato solo su quelle persone che già manifestano una problematica.

Allora quella affermazione rappresenta solo una stupida scusa ed il numero di positivi si incrementa solo a fronte del comportamento sbagliato delle persone le quali, evidentemente, si sono scocciate di utilizzare la mascherina e di lavarsi spesso le mani.

Insomma se davvero vogliamo diminuire il numero di persone che contraggano il virus, c’è solo da IMPORRE l’uso dell’unica misura efficace … cioè la mascherina.

Forse adesso si può capire meglio l’attitudine dei cinesi.

Mudir

Tempo di lettura: 1’30”

Foto tratta da: https://www.corriere.it/cronache/20_giugno_22/coronavirus-movida-controlli-milano-roma-boccia-gli-assembramenti-annientano-tutto-62d6c7a4-b45a-11ea-b466-221e2b27ce86.shtml

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.